Annuncio pubblicitario
Italia Markets close in 1 hr 32 mins
  • FTSE MIB

    34.545,18
    +84,66 (+0,25%)
     
  • Dow Jones

    39.448,75
    -222,29 (-0,56%)
     
  • Nasdaq

    16.873,37
    +71,83 (+0,43%)
     
  • Nikkei 225

    39.103,22
    +486,12 (+1,26%)
     
  • Petrolio

    78,42
    +0,85 (+1,10%)
     
  • BTC-EUR

    62.691,64
    -1.461,91 (-2,28%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.485,83
    -16,83 (-1,12%)
     
  • Oro

    2.358,00
    -34,90 (-1,46%)
     
  • EUR/USD

    1,0838
    +0,0011 (+0,0975%)
     
  • S&P 500

    5.308,53
    +1,52 (+0,03%)
     
  • HANG SENG

    18.868,71
    -326,89 (-1,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.049,32
    +24,15 (+0,48%)
     
  • EUR/GBP

    0,8521
    +0,0011 (+0,13%)
     
  • EUR/CHF

    0,9905
    -0,0000 (-0,00%)
     
  • EUR/CAD

    1,4823
    +0,0007 (+0,05%)
     

Greggio in rialzo su calo scorte Usa, aumento importazioni Cina

Westridge Marine Terminal, il capolinea del progetto di espansione dell'oleodotto Trans Mountain a Burnaby

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio sono in rialzo dopo che il calo delle scorte di greggio Usa e l'aumento delle importazioni cinesi ad aprile sostengono le aspettative di una domanda più alta nei due paesi maggiori consumatori di greggio al mondo.

Intorno alle 10,50 i futures sul Brent per il mese di luglio salgono di 64 centesimi, o dello 0,77%, a 84,22 dollari al barile. Il greggio statunitense West Texas Intermediate per giugno è in aumento di 70 centesimi, o dello 0,89%, a 79,69 dollari al barile.

"I mercati petroliferi sono stati sostenuti da un calo delle scorte statunitensi superiore alle attese. I dati sulla bilancia commerciale cinese, migliorati, hanno contribuito al rialzo", ha commentato Tina Teng, analista di mercato indipendente, aggiungendo che i prezzi del greggio potrebbero continuare a seguire in scia alle prossime indicazioni macro.

Le scorte di greggio negli Stati Uniti, il primo consumatore di petrolio al mondo, sono scese la scorsa settimana di 1,4 milioni di barili a 459,5 milioni, secondo l'Energy Information Administration, superando le attese degli analisti che si aspettavano un calo di 1,1 milioni di barili. Le scorte sono diminuite perché l'attività delle raffinerie è aumentata di 307.000 barili al giorno (bpd) nel periodo. [EIA/S] [API/S]

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Le spedizioni di greggio in aprile verso la Cina, il maggior importatore di petrolio al mondo, si sono attestate a 44,72 milioni di tonnellate metriche, pari a circa 10,88 milioni di bpd, secondo i dati doganali. Si tratta di un aumento del 5,45% rispetto all'anno precedente.

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Andrea Mandalà)