Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 2 hours 10 minutes
  • FTSE MIB

    33.880,88
    -0,62 (-0,00%)
     
  • Dow Jones

    37.775,38
    +22,07 (+0,06%)
     
  • Nasdaq

    15.601,50
    -81,87 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    37.068,35
    -1.011,35 (-2,66%)
     
  • Petrolio

    82,15
    -0,58 (-0,70%)
     
  • Bitcoin EUR

    60.650,04
    +2.211,01 (+3,78%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.336,57
    +23,95 (+1,86%)
     
  • Oro

    2.393,90
    -4,10 (-0,17%)
     
  • EUR/USD

    1,0667
    +0,0020 (+0,19%)
     
  • S&P 500

    5.011,12
    -11,09 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    16.224,14
    -161,73 (-0,99%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.924,16
    -12,41 (-0,25%)
     
  • EUR/GBP

    0,8564
    +0,0009 (+0,10%)
     
  • EUR/CHF

    0,9688
    -0,0023 (-0,24%)
     
  • EUR/CAD

    1,4675
    +0,0025 (+0,17%)
     

Greggio in rialzo su segnali domanda forte e speranze taglio tassi

Un martinetto nell'area di produzione di petrolio e gas naturale del Bacino Permiano, vicino a Odessa

LONDRA (Reuters) - I prezzi del petrolio sono in rialzo, sostenuti dai segnali di una forte domanda globale - anche da parte del principale consumatore, gli Stati Uniti - mentre le speranze che la Federal Reserve possa iniziare presto a tagliare i tassi hanno contribuito a rafforzare il sentiment nonostante un'inflazione statunitense che stenta a scendere.

Alle 10,45 i futures sul Brent di maggio salgono di 87 centesimi, o dell'1,1%, a 82,8 dollari il barile. Il greggio statunitense West Texas Intermediate (Wti) di aprile guadagna 87 centesimi, o l'1,1%, a 78,43 dollari.

Il petrolio e i mercati finanziari in generale hanno trovato sostegno anche nella convinzione che l'inflazione statunitense, leggermente più alta del previsto, non comprometterà i tagli dei tassi di interesse entro la metà dell'anno. I tassi più bassi sostengono la domanda di petrolio.

(Tradotto da Laura Contemori, editing Sabina Suzzi)