Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 4 hours 14 minutes
  • FTSE MIB

    32.809,62
    +144,41 (+0,44%)
     
  • Dow Jones

    38.589,16
    -57,94 (-0,15%)
     
  • Nasdaq

    17.688,88
    +21,28 (+0,12%)
     
  • Nikkei 225

    38.102,44
    -712,12 (-1,83%)
     
  • Petrolio

    78,47
    +0,02 (+0,03%)
     
  • Bitcoin EUR

    61.507,65
    -679,18 (-1,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.367,07
    -21,09 (-1,52%)
     
  • Oro

    2.335,80
    -13,30 (-0,57%)
     
  • EUR/USD

    1,0714
    +0,0005 (+0,04%)
     
  • S&P 500

    5.431,60
    -2,14 (-0,04%)
     
  • HANG SENG

    17.936,12
    -5,66 (-0,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.857,60
    +18,46 (+0,38%)
     
  • EUR/GBP

    0,8453
    +0,0014 (+0,17%)
     
  • EUR/CHF

    0,9556
    +0,0030 (+0,31%)
     
  • EUR/CAD

    1,4718
    +0,0018 (+0,13%)
     

Greggio verso rialzo settimanale su speranze domanda più solida

Un pozzo della Marathon Oil nel giacimento petrolifero di Eagle Ford Shale, nel Texas meridionale

(Elimina refuso nel titolo)

LONDRA (Reuters) - I prezzi del greggio sono in rialzo, con il Brent che ha registrato il primo guadagno settimanale in tre settimane, grazie agli indicatori economici dei grandi consumatori Cina e Stati Uniti che aumentano le speranze di un aumento della domanda.

La produzione industriale cinese è cresciuta del 6,7% su base annua in aprile, a seguito della ripresa del settore manifatturiero, accelerando rispetto al 4,5% di marzo e facendo presagire un possibile aumento della domanda.

Alle 10,15 i futures sul Brent guadagnano 32 centesimi, o lo 0,41%, a 83,61 dollari il barile. Il greggio statunitense West Texas Intermediate (Wti) sale di 22 centesimi, o dello 0,28%, a 79,45 dollari.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Il Brent è in procinto di guadagnare circa l'1% nel corso della settimana, mentre il Wti l'1,5%.

Il calo delle scorte di petrolio e di prodotti raffinati negli hub commerciali globali crea ottimismo sulla domanda, invertendo una tendenza all'aumento delle scorte che aveva pesato sui prezzi del greggio nelle settimane precedenti.

Un calo dei tassi di interesse statunitensi potrebbe contribuire ad ammorbidire il dollaro, rendendo il petrolio più conveniente per gli investitori che detengono altre valute.

(Tradotto da Laura Contemori, editing Stefano Bernabei)