Annuncio pubblicitario
Italia markets open in 4 hours 2 minutes
  • Dow Jones

    39.872,99
    +66,22 (+0,17%)
     
  • Nasdaq

    16.832,62
    +37,75 (+0,22%)
     
  • Nikkei 225

    38.719,35
    -227,58 (-0,58%)
     
  • EUR/USD

    1,0861
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • Bitcoin EUR

    64.484,33
    -1.171,30 (-1,78%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.523,07
    +34,53 (+2,32%)
     
  • HANG SENG

    19.308,31
    +87,69 (+0,46%)
     
  • S&P 500

    5.321,41
    +13,28 (+0,25%)
     

Ita-Lufthansa, saranno presentati ulteriori "rimedi" - Giorgetti

Aerei Lufthansa all'aeroporto di Francoforte

MILANO (Reuters) - Sul deal per l'acquisto da parte di Lufthansa di una quota di minoranza di Ita saranno presentati ulteriori "rimedi" per rispondere alle preoccupazioni della Commissione Ue, compresa la questione di alcune rotte.

E' quanto si legge in una nota del Mef dopo l'incontro odierno a Bruxelles tra il ministro dell'Economia Giancarlo Giorgetti e la commissaria Ue alla Concorrenza, Margrethe Vestager.

"Il colloquio, franco cordiale e costruttivo, si è focalizzato sul dossier Ita-Lufthansa", dice Giorgetti.

Il ministro ha sottolineato "l'importanza del rispetto dei tempi della decisione da parte della Commissione per garantire un futuro positivo alla compagnia aerea italiana, ai suoi lavoratori e ai viaggiatori".

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

"Le parti sottoporranno, nei tempi dovuti, alcuni ulteriori rimedi, per rispondere alle preoccupazioni sollevate dalla commissione, compresa la questione di alcune rotte", conclude Giorgetti.

L'Antitrust Ue ritiene che l'accordo minacci la concorrenza sulle rotte a corto raggio tra l'Italia e i Paesi dell'Europa centrale, nonché su quelle a lungo raggio tra l'Italia e gli Stati Uniti, il Canada e il Giappone.

L'accordo rafforzerebbe inoltre la posizione dominante di Ita nell'aeroporto di Milano.

Lufthansa ha di recente presentato misure correttive per rispondere alle preoccupazioni dell'Antitrust in merito alla sua offerta da 325 milioni di euro per una partecipazione del 41% in Ita, la compagnia statale nata dalle ceneri di Alitalia.

Finora le misure correttive sono poco diverse da un precedente pacchetto che la Commissione ha respinto in quanto insufficiente.

(Giancarlo Navach, editing Francesca Piscioneri)