Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • Dow Jones

    39.112,16
    -299,05 (-0,76%)
     
  • Nasdaq

    17.717,65
    +220,84 (+1,26%)
     
  • Nikkei 225

    39.173,15
    +368,50 (+0,95%)
     
  • EUR/USD

    1,0717
    -0,0020 (-0,18%)
     
  • Bitcoin EUR

    57.710,25
    +2.236,45 (+4,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.286,36
    +37,23 (+2,98%)
     
  • HANG SENG

    18.072,90
    +45,19 (+0,25%)
     
  • S&P 500

    5.469,30
    +21,43 (+0,39%)
     

Italia, 2023 anno rientro da shock, Pil visto a +0,6% -REF

Una bandiera italiana e una bandiera dell'Unione europea a Roma

MILANO (Reuters) - Nel 2023 l'area euro dovrebbe evitare la recessione grazie ad un miglioramento delle condizioni dal lato dell'offerta e ai segnali di una frenata dell'inflazione che porterebbero il Pil dell'Italia ad una crescita dello 0,6% per quest'anno.

Lo dice l'istituto di ricerca REF che per il 2024 vede un Pil in Italia in ulteriore progresso a +1,2%.

Secondo REF "il 2023 dovrebbe essere l'anno del rientro dei due formidabili shock che hanno reso il quadro economico internazionale di questo inizio di decennio del tutto straordinario".

Se le tendenze di rientro dagli shock della pandemia e della crisi energetica dovessero confermarsi "ci ritroveremmo a sperimentare gli effetti di un controshock dal lato dell’offerta tale da permettere una riduzione dell'inflazione e un rafforzamento della congiuntura nel corso dell’anno", aggiunge.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Rimangono, tuttavia, degli elementi di incertezza relativi alla normalizzazione sul fronte della pandemia, come la nuova ondata in corso in Cina ha dimostrato, e al quadro energetico.

(Andrea Mandalà, editing Stefano Bernabei)