Annuncio pubblicitario
Italia Markets close in 5 hrs 4 mins
  • FTSE MIB

    32.711,63
    +46,42 (+0,14%)
     
  • Dow Jones

    38.589,16
    -57,94 (-0,15%)
     
  • Nasdaq

    17.688,88
    +21,28 (+0,12%)
     
  • Nikkei 225

    38.102,44
    -712,12 (-1,83%)
     
  • Petrolio

    78,33
    -0,12 (-0,15%)
     
  • BTC-EUR

    61.349,07
    -664,36 (-1,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.357,20
    -30,96 (-2,23%)
     
  • Oro

    2.336,50
    -12,60 (-0,54%)
     
  • EUR/USD

    1,0705
    -0,0003 (-0,0321%)
     
  • S&P 500

    5.431,60
    -2,14 (-0,04%)
     
  • HANG SENG

    17.936,12
    -5,66 (-0,03%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.848,63
    +9,49 (+0,20%)
     
  • EUR/GBP

    0,8453
    +0,0015 (+0,18%)
     
  • EUR/CHF

    0,9546
    +0,0020 (+0,21%)
     
  • EUR/CAD

    1,4712
    +0,0013 (+0,09%)
     

Italia, turismo record nel 2023, stranieri tornano a essere maggioranza - Istat

Il turismo di massa in Italia

ROMA (Reuters) - Il 2023 è stato un anno record per il turismo in Italia, con la componente straniera che è tornata ad essere maggioritaria rispetto a quella domestica.

Secondo un rapporto pubblicato oggi da Istat, lo scorso anno gli arrivi sono stati 134 milioni, mai così alti e in aumento di circa 16 milioni (+13,4%) sul 2022, con 451 milioni di presenze (notti trascorse) negli esercizi ricettivi (oltre 39 milioni in più, pari a +9,5%).

Nel confronto con i livelli pre-pandemici del 2019, si sono registrati 3 milioni di arrivi e 14,5 milioni di presenze in più (rispettivamente +2,3% e +3,3%).

I turisti stranieri, più numerosi degli italiani prima del Covid, nel 2023 sono tornati ad essere la maggioranza con il 52,4% delle presenze negli esercizi ricettivi, un'incidenza addirittura superiore a quella registrata nel 2019 (50,5%).

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

In generale, spiega l'istituto di statistica, il maggior numero di presenze nel 2023 si registra nel Nord-est, dove si concentra circa il 39,2% del totale nazionale; seguono il Centro (24%) e il Nord-ovest (17,7%).

Lazio e Lombardia sono le regioni che crescono maggiormente rispetto al 2022, grazie al sostenuto incremento delle presenze turistiche a Roma e Milano.

Per quanto riguarda la componente straniera, risulta prevalente nel Nord-est e minoritaria invece al Sud.

Istat spiega che cresce soprattutto il settore extra-alberghiero nel confronto con il 2022, con aumenti dei check-in e delle notti trascorse rispettivamente del 16,9% e dell'11%.

(Antonella Cinelli, editing Valentina Consiglio)