Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.852,54
    -233,50 (-0,69%)
     
  • Nasdaq

    11.606,10
    +21,55 (+0,19%)
     
  • Nikkei 225

    27.346,88
    +19,77 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,0912
    +0,0046 (+0,43%)
     
  • BTC-EUR

    21.186,16
    -242,52 (-1,13%)
     
  • CMC Crypto 200

    521,62
    +278,94 (+114,94%)
     
  • HANG SENG

    22.072,18
    +229,85 (+1,05%)
     
  • S&P 500

    4.071,06
    -5,54 (-0,14%)
     

L’S&P 500 potrebbe aumentare di oltre il 20% nel 2023

L’S&P 500 potrebbe aumentare di oltre il 20% nel 2023
L’S&P 500 potrebbe aumentare di oltre il 20% nel 2023


Il mercato azionario ha iniziato il 2023 con una nota positiva, facendo sperare in una ripresa dopo la triste performance del 2022.

Cosa è successo

L'indice S&P 500 potrebbe salire di oltre il 20% quest'anno, secondo la regola dei primi cinque giorni, ha twittato martedì il capo della ricerca di Fundstrat Tom Lee. Quando l'indice S&P 500 è negativo l'anno precedente e guadagna oltre l'1,4% nei primi cinque giorni dell'anno successivo, il rendimento medio annuo è di circa il 26,4%, ha osservato.

Lee ha affermato che l'indice S&P 500 ha guadagnato circa il 5% da inizio anno, superando il rendimento annuale di liquidità, obbligazioni e credito, e ci sono ancora oltre 11 mesi davanti. Il minimo intraday dell'S&P 500 di 3.491,58 dollari il 13 ottobre 2022 è sempre più visto come il minimo, ha detto. L'ipotesi fondamentale si basa su una flessione dell'inflazione dei prezzi al consumo da ottobre.

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

L'errore della Fed alla riunione del FOMC di dicembre, in cui ha alzato i tassi di interesse di 50 punti base, ha trasmesso il messaggio che l'inflazione era più elevata, spingendo le azioni in forte calo a dicembre. «Se la percezione del mercato sull'inflazione dovesse essere migliori, gli investitori guarderanno probabilmente oltre la 'valle' degli utili e si concentreranno su una Fed più accomodante», ha detto.

«Pertanto, pensiamo che il 2023 sia probabilmente simile al 1982, quando le azioni divennero quasi verticali».

Il mercato azionario aveva registrato un rally stellare nel 1982, quando la Fed iniziò ad abbassare costantemente i tassi dopo aver frenato l'inflazione. Il tasso dei Fed Funds è sceso da un picco del 20% all'8,5% entro la fine del 1982.

È probabile che la Fed corregga la rotta

Lee ha sostenuto il caso di un calo della volatilità. Si aspetta che la Fed effettui una «correzione di rotta», il che significa che le condizioni finanziarie si allenteranno e/o il CBOE Volatility Index, o VIX, diminuirà.

Quando l'indice S&P 500 è negativo nell'anno precedente e VI è in calo nell'anno in corso, il rendimento medio sarebbe del 22,2%, ha aggiunto. Per le azioni il movimento è dettato da una narrazione del tipo «l'inflazione si è rivelata transitoria» piuttosto che «le azioni hanno subito un ribasso a causa del calo dell'EPS», ha detto Lee.

Movimento dei prezzi

L’SPDR S&P 500 ETF Trust (NYSE:SPY) ha chiuso la sessione di martedì in calo dello 0,11% a 400,20 dollari. Dati di Benzinga Pro.

Continua a leggere su Benzinga Italia