Annuncio pubblicitario
Italia Markets closed
  • Dow Jones

    38.895,29
    -77,12 (-0,20%)
     
  • Nasdaq

    15.973,71
    -61,59 (-0,38%)
     
  • Nikkei 225

    39.208,03
    -31,49 (-0,08%)
     
  • EUR/USD

    1,0844
    -0,0005 (-0,0434%)
     
  • BTC-EUR

    57.945,45
    +5.183,22 (+9,82%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • HANG SENG

    16.536,85
    -253,95 (-1,51%)
     
  • S&P 500

    5.069,48
    -8,70 (-0,17%)
     

Le proteste interne ad Amazon raggiungono il Regno Unito

Le proteste interne ad Amazon raggiungono il Regno Unito
Le proteste interne ad Amazon raggiungono il Regno Unito


  • I lavoratori del centro logistico britannico di Amazon.Com, Inc(NASDAQ:AMZN) si sono preparati per uno sciopero senza precedenti.

  • Lo sciopero di 24 ore è iniziato il 25 gennaio a mezzanotte, riferisce la CNBC.

  • Gli scioperanti probabilmente saranno fuori dal sito dell'azienda a Coventry, nell'Inghilterra centrale, per tutto il giorno.

  • I membri del sindacato GMB che lavorano presso il deposito di Coventry del rivenditore hanno tenuto uno sciopero a dicembre dopo che Amazon ha offerto un aumento di 50 centesimi all'ora, pari al 5% e ben al di sotto dell'inflazione.

  • I lavoratori vogliono che l'azienda paghi un minimo di 15 sterline l'ora e vogliono anche migliori condizioni di lavoro.

  • I lavoratori di Amazon si sono lamentati dei turni troppo lunghi e del monitoraggio aggressivo dei dipendenti.

  • Circa il 98% dei lavoratori che hanno votato erano a favore dello sciopero, riferisce Bloomberg.

  • Lo sciopero segue una serie di scioperi e rallentamenti non ufficiali nei magazzini di tutto il Regno Unito lo scorso anno dopo che Amazon ha condiviso l'aggiornamento dell'aumento salariale.

  • Amazon ha affermato che il personale coinvolto rappresenta "solo una frazione dell'1% dei nostri dipendenti nel Regno Unito".

  • La paga per i magazzinieri di Amazon nel Regno Unito è aumentata del 29% dal 2018 e indicava un pagamento una tantum di £500 versato al personale per aiutare con la crisi dell'aumento del costo della vita.

  • Amazon ha iniziato a licenziare i dipendenti nel 2022 per combattere il rallentamento del business e le incertezze macro. I licenziamenti totali raggiungeranno probabilmente quota 18.000, pari a circa l'1% del totale dei dipendenti, un record di per sé.

  • La società ha condiviso i suoi piani per chiudere quest'anno tre dei suoi magazzini nel Regno Unito, con un impatto su 1.200 dipendenti.

  • Amazon è riuscita a contrastare la maggior parte degli sforzi di sindacalizzazione negli Stati Uniti convincendo i lavoratori e adottando le misure necessarie.

Movimento dei prezzi

Al momento della pubblicazione, le azioni AMZN erano in ribasso del 2,03% a 94,36 dollari.

Continua a leggere su Benzinga Italia