Annuncio pubblicitario
Italia Markets close in 5 hrs 19 mins
  • FTSE MIB

    33.676,99
    +368,22 (+1,11%)
     
  • Dow Jones

    39.150,33
    +15,53 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    17.689,36
    -32,24 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    38.804,65
    +208,18 (+0,54%)
     
  • Petrolio

    81,04
    +0,31 (+0,38%)
     
  • BTC-EUR

    57.340,27
    -2.657,71 (-4,43%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.264,57
    -45,15 (-3,45%)
     
  • Oro

    2.337,60
    +6,40 (+0,27%)
     
  • EUR/USD

    1,0724
    +0,0026 (+0,2467%)
     
  • S&P 500

    5.464,62
    -8,55 (-0,16%)
     
  • HANG SENG

    18.027,71
    -0,81 (-0,00%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.935,08
    +27,78 (+0,57%)
     
  • EUR/GBP

    0,8463
    +0,0008 (+0,09%)
     
  • EUR/CHF

    0,9575
    +0,0023 (+0,24%)
     
  • EUR/CAD

    1,4664
    +0,0024 (+0,16%)
     

Mediobanca vede cedole e buyback fino a 3,7 mld in nuovo piano triennale

Il logo di Mediobanca presso la sede di Mediobanca a Milano

MILANO (Reuters) - Mediobanca promette di distribuire ai suoi azionisti nei prossimi tre esercizi fino a 3,7 miliardi di euro tra dividendi e buyback e punta a un Cet1 superiore al 14,5% mantenendo spazio per la crescita esterna nel nuovo piano 2023-26 presentato oggi.

Con un buffer di circa 100 punti base, Piazzetta Cuccia mantiene la politica dei precedenti piani e valuterà target "che possano accelerare il processo di crescita nelle aree di attività caratteristiche con preferenza per i business a basso assorbimento di capitale ed elevato contenuto commissionale", si legge in una nota.

Nel nuovo piano l'istituto vede un incremento della remunerazione degli azionisti del 70% rispetto al piano precedente che termina a giugno. Con un cash payout confermato al 70% verranno distribuiti sotto forma di dividendi 2,7 miliardi, mentre 1 miliardo riguarda il riacquisto e la cancellazione di azioni proprie nel triennio a partire da ottobre 2023. Verrà introdotto l'interim dividend con acconto a maggio.

Il piano prevede una crescita media annua dei ricavi del 6% a 3,8 miliardi e del 15% per l'utile per azione (Eps) a 1,8 euro.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Mediobanca punta ad affermarsi come operatore leader nel segmento wealth management destinato a diventare il secondo contributore del gruppo per ricavi e il primo come commissioni. Verrà anche completato il riposizionamento di CheBanca! con il rebranding in Mediobanca Premier.

Il totale delle attività finanziarie (Tfa) è atteso salire a 115 miliardi con ricavi che supereranno 1 miliardo di euro.

Nel segmento Corporate & Investment Banking (Cib) verrà posta attenzione particolare allo sviluppo di attività a basso assorbimento di capitale come l'advisory che rappresenterà i due terzi delle commissioni e alla crescita dei volumi con un capitale allocato che scenderà a non oltre un terzo del totale contro il 50% del 2016, data di inizio del piano precedente. Sono attesi ricavi in crescita media annua dell'11% a 0,9 miliardi.

Ricavi attesi a 1,3 miliardi (+5%) per il segmento Consumer Finance, primo motore del gruppo in termini di margine di interesse.

La partecipazione in Generali, pari al 13%, continuerà a contribuire in maniera positiva alla creazione di ricavi e utili.

(Gianluca Semeraro, editing Andrea Mandalà)