Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.760,97
    -325,07 (-0,95%)
     
  • Nasdaq

    11.590,31
    +5,76 (+0,05%)
     
  • Nikkei 225

    27.346,88
    +19,77 (+0,07%)
     
  • EUR/USD

    1,0912
    +0,0046 (+0,43%)
     
  • BTC-EUR

    21.130,14
    -210,46 (-0,99%)
     
  • CMC Crypto 200

    521,97
    +279,29 (+115,09%)
     
  • HANG SENG

    22.072,18
    +229,85 (+1,05%)
     
  • S&P 500

    4.061,88
    -14,72 (-0,36%)
     

Mes, Italia cercherà modifiche che lo rendano fruibile - Meloni

La presidente del Consiglio Giorgia Meloni a Roma

ROMA (Reuters) - Il Mes nella sua forma attuale è lettera morta e la questione che si pone non è tanto quella della sua ratifica quanto di una modifica delle condizioni che accompagnano l'erogazione dei fondi in modo che gli stati possano decidere di utilizzarli senza penalizzazioni decisamente eccessive.

Questa la posizione espressa dalla premier Giorgia Meloni durante la conferenza stampa di fine anno.

"Credo che sulla vicenda del Mes la questione della ratifica sia secondaria" ha detto Meloni ribadendo che l'Italia non accederà mai ai fondi sotto la propria presidenza e aggiungendo che neanche altri paesi lo faranno.

"Le condizionalità sono troppo stringenti" ha detto aggiungendo che il fatto che il Mes sia un creditore privilegiato crea dei problemi in termini di finanziamento del debito, innalzando i costi.

Meloni ha spiegato di voler proporre delle modifiche al responsabile del Meccanismo europeo di stabilità per rendere fruibile il fondo.

"Siamo nella posizione di tenere bloccati decine di miliardi di euro che nessuno utilizza in un momento in cui tutti abbiamo bisogno di risorse? Secondo me no."

"Vorrei confrontarmi con il direttore del Mes e capire se esistono margini piuttosto che ratificarer quella riforma... per lavorare su qualcosa di diverso, che possa essere vagamente utilizzabile, con condizionalità diverse e minori, senza vincoli che possano mettere in difficoltà il nostro debito pubblico e obiettivi più centrati sulle nostre priorità. Questo è quello che proverò a fare nelle prossime ore".

(Angelo Amante, editing Sabina Suzzi)