Italia markets close in 4 hours 49 minutes
  • FTSE MIB

    22.119,73
    +31,37 (+0,14%)
     
  • Dow Jones

    30.996,98
    -179,02 (-0,57%)
     
  • Nasdaq

    13.543,06
    0,00 (0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.822,29
    +190,84 (+0,67%)
     
  • Petrolio

    52,73
    +0,46 (+0,88%)
     
  • BTC-EUR

    27.321,62
    -168,10 (-0,61%)
     
  • CMC Crypto 200

    674,59
    -2,31 (-0,34%)
     
  • Oro

    1.862,10
    +5,90 (+0,32%)
     
  • EUR/USD

    1,2162
    -0,0012 (-0,10%)
     
  • S&P 500

    3.841,47
    -11,60 (-0,30%)
     
  • HANG SENG

    30.159,01
    +711,16 (+2,41%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.598,37
    -4,04 (-0,11%)
     
  • EUR/GBP

    0,8883
    -0,0009 (-0,10%)
     
  • EUR/CHF

    1,0774
    +0,0004 (+0,04%)
     
  • EUR/CAD

    1,5442
    -0,0057 (-0,37%)
     

MSCI elimina società cinesi da indice globale GIMI

Fabio Carbone
·3 minuto per la lettura

MSCI Inc., il fornitore di servizi finanziari statunitense e fornire di indici di riferimento per i mercati internazionali, ha annunciato che eliminerà 10 società cinesi dal MSCI Global Investable Market Indexes (GIMI) e “dai relativi indici ponderati per la capitalizzazione non di mercato e dagli indici personalizzati pertinenti alla chiusura delle attività del 5 gennaio 2021”.

Il comunicato stampa di MSCI Inc. elenca le dieci società cinesi quotate che saranno eliminate dai suoi indici, e sono (tra parentesi il codice MSCI e il codice RIC) :

  • SMIC – (29098.01/0981.HK)

  • China Communic Const H – (35946.01/1800.HK)

  • China Commu Con A (HK-C) – (35946.04/601800.SH)

  • China Spacesat A (HK-C) – (36812.02/600118.SH)

  • China Railway Const H – (60088.02/1186.HK)

  • China Rail Const A(HK-C) – (60088.03/601186.SH)

  • CRRC Corp H – (61687.02/1766.HK)

  • CRRC Corp A (HK-C) – (61687.03/601766.SH)

  • Hangzhou Hikvis A (HK-C) – (64314.02/002415.ZK)

  • Dawning Info A (HK-C) – (77520.02/603019.SH)

Perché il delist da parte di MSCI Index

MSCI Index afferma di aver preso la sua decisione dopo un’ampia consultazione della comunità d’investimento globale e che prima di rendere effettiva la sua decisione ha consultato 100 “market participants” degli USA e non statunitensi, per comprendere se la presenza di queste società avrebbe potuto avere un significativo impatto sui processi di investimento degli investitori globali.

“I partecipanti alla consultazione hanno evidenziato che le ramificazioni dell’Ordine metterebbero in discussione efficacemente l’investibilità dei titoli interessati dal punto di vista degli investitori istituzionali internazionali. In particolare, i partecipanti al mercato non statunitense hanno notato che l’ampia presenza di entità statunitensi, come banche commerciali, broker-dealer e custodi, all’interno della loro catena di intermediari finanziari limiterebbe in modo significativo la loro capacità di effettuare transazioni sui titoli interessati”, scrive MSCI Inc.

Vince quindi l’Ordine di Donald Trump (ormai presidente uscente) del 12 novembre che vieta a individui e società americane di possedere titoli di società cinesi che secondo la Casa Bianca supportano le attività militari cinesi.

Anche S&P e FTSE Russell faranno lo stesso

La medesima decisione è stata presa le settimane precedenti da S&P e da FTSE Russell, che elimineranno le 10 società dai loro indici per evitare che possano creare qualsiasi problema agli investitori.

La nuova polarizzazione

Come il comunicato vuol lasciare intendere, a chiedere la cancellazione non è stata MSCI Inc. ma gli investitori e gli analisti di mercato.

Si tratta quindi di una nuova polarizzazione che appare essere significativa e potrebbe creare un solco durevole nei mercati finanziari: da una parte gli USA e il loro mercato, dall’altra la Cina e la sua sfera di influenza.

In definitiva una nuova guerra fredda, più commerciale e giocata sui mercati finanziari, si è materializzata e va fortificandosi. Il nuovo presidente Joe Biden opterà per un presto disgelo? Lo sapremo a partire dal 21 gennaio 2021.

Andamento dei titoli esclusi da MSCI

Tutti i titoli oggetto della cancellazione dagli indici di MSCI sono in perdita sulle rispettive borse.

In particolare China Communications Constructions Group perde l’1,65% ad Hong Kong, Smic perde il -4,94% e risulta il titolo più penalizzato di tutti.

In negativo del -1,35% anche China Spacesat Co Ltd (Borsa di Shanghai) e China Railway Construction Corporation del -1,96% ad Hong Kong.

CRRC Ord Shs H cede il -1,41%.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: