Annuncio pubblicitario
Italia Markets closed
  • FTSE MIB

    33.308,77
    -366,38 (-1,09%)
     
  • Dow Jones

    39.150,33
    +15,57 (+0,04%)
     
  • Nasdaq

    17.689,36
    -32,23 (-0,18%)
     
  • Nikkei 225

    38.596,47
    -36,55 (-0,09%)
     
  • Petrolio

    80,62
    -0,67 (-0,82%)
     
  • BTC-EUR

    60.091,09
    -680,89 (-1,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.328,99
    -31,33 (-2,30%)
     
  • Oro

    2.334,80
    -34,20 (-1,44%)
     
  • EUR/USD

    1,0696
    -0,0010 (-0,0963%)
     
  • S&P 500

    5.464,62
    -8,55 (-0,16%)
     
  • HANG SENG

    18.028,52
    -306,80 (-1,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.907,30
    -40,43 (-0,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8454
    -0,0000 (-0,00%)
     
  • EUR/CHF

    0,9563
    +0,0024 (+0,25%)
     
  • EUR/CAD

    1,4646
    -0,0004 (-0,03%)
     

Polonia, con elezioni alle porte, non invierà nuove armi a Ucraina

Imagen de archivo de soldados polacos en un tanque Abrams M1A1 FEP durante unas prácticas militares en Bemowo Piskie, cerca de Orzysz, Polonia.

VARSAVIA (Reuters) - La Polonia sta solo portando avanti le consegne di armi all'Ucraina concordate precedentemente.

Lo ha detto un portavoce del governo, in un contesto di crescenti tensioni nelle relazioni bilaterali a causa di una controversia sul grano a poche settimane dalle elezioni parlamentari polacche.

La decisione della Polonia di estendere il divieto di importazione di grano ucraino ha infastidito Kiev. Fino a poco tempo fa la Polonia era vista come uno degli alleati dell'Ucraina più solidi nella guerra contro la Russia.

Il primo ministro Mateusz Morawiecki ha detto ieri che la Polonia, membro della Nato, non sta più armando l'Ucraina e si sta concentrando sulla ricostruzione delle proprie scorte di armi.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

"Vorrei informarvi che la Polonia sta effettuando solo le forniture di munizioni e armamenti precedentemente concordate", ha detto il portavoce del governo Piotr Muller all'agenzia di stampa statale Pap. "Questo include quelle relative ai contratti firmati con l'Ucraina".

Interrogato sui commenti di Morawiecki sulle forniture di armi, il ministro dei Beni statali Jacek Sasin ha detto: "Al momento è come ha detto il primo ministro, in futuro vedremo".

Sasin ha detto che la disputa sulle importazioni di grano non vuol dire che la Polonia abbia smesso di sostenere l'Ucraina contro la Russia, ma che Varsavia ha bisogno di rifornire le proprie scorte di armi.

"In questo caso, gli interessi polacchi vengono prima di tutto", ha aggiunto. "Non possiamo disarmare l'esercito polacco, non possiamo disfarci delle armi necessarie per la nostra sicurezza".

"Laddove abbiamo potuto organizzare il trasferimento di armi, lo abbiamo fatto e siamo stati molto generosi in questo ambito... qui non abbiamo assolutamente nulla da rimproverarci".

(Tradotto da Chiara Scarciglia, editing Sabina Suzzi)