Italia Markets closed

Renault estromette AD Bolloré, a Delbos incarico ad interim

di Gilles Guillaume
Il quartier generale di Renault

di Gilles Guillaume

PARIGI (Reuters) - Il consiglio di amministrazione di Renault ha votato la revoca dell'AD Thierry Bollore, nominando il direttore finanziario del gruppo Clotilde Delbos come sostituto ad interim.

Renault, insieme all'alleato Nissan, si sta ancora riprendendo dopo l'arresto l'anno scorso dell'ex numero uno Carlos Ghosn per le accuse -- respinte dal manager -- di reati finanziari.

Bolloré, che era stato a lungo il braccio destro di Ghosn, è stato promosso per contribuire a stabilizzare la società all'inizio di quest'anno, mentre Senard è stato assunto da Michelin per presiedere il gruppo.

"Il consiglio di amministrazione ha deciso di porre fine al mandato di Thierry Bolloré come amministratore delegato di Renault ... con effetto immediato", ha dichiarato la società in una nota, aggiungendo di aver avviato un processo per nominare un nuovo Ceo.

La società ha inoltre nominato due vice a sostegno di Delbos, il top sales executive Olivier Murguet e il senior manufacturing and supply chain chief Jose-Vicente de los Mozos.

Il titolo ha reagito all'annuncio con un rialzo e intorno alle 12,10 avanza di oltre il 4%.

Anche se ci si attendeva che prima o poi Renault cercasse di mettere a punto una riorganizzazione del management -- Senard aveva infatti ottenuto il mandato di riorganizzare la governance oltre che di rafforzare i legami con Nissan -- il destino di Bolloré è stato decretato in modo rapido e drammatico questa settimana.

In un'intervista a un quotidiano ieri, Bolloré ha definito la sua incombente uscita un "colpo di stato", dopo che la notizia che Senard era pronto a portare al board le dimissioni dell'AD era stata diffusa martedì dalla stampa francese.

La notizia giunge anche dopo un rimpasto del management dell'alleata Nissan, che a sua volta ha appena sostituito il Ceo.

"La brutalità e la natura del tutto inaspettata di ciò che sta accadendo sono stupefacenti ... Questo 'coup de force' è davvero preoccupante", ha detto Bolloré a Les Echos.

Il governo francese -- investitore chiave di Renault con una quota del 15% -- ha espresso il proprio sostegno a Senard dopo la diffusione dei commenti di Bolloré, affermando di essere fiducioso che il presidente presentasse al board le "necessarie decisioni".


Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia