Annuncio pubblicitario
Italia Markets closed
  • Dow Jones

    37.747,08
    -51,89 (-0,14%)
     
  • Nasdaq

    15.716,88
    -148,38 (-0,94%)
     
  • Nikkei 225

    37.961,80
    -509,40 (-1,32%)
     
  • EUR/USD

    1,0669
    +0,0048 (+0,4480%)
     
  • BTC-EUR

    57.387,35
    -1.585,88 (-2,69%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • HANG SENG

    16.251,84
    +2,87 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    5.026,91
    -24,50 (-0,49%)
     

Rio Tinto si scusa per sparizione capsula radioattiva in entroterra australiano

Il logo Rio Tinto a Sydney, Australia

MELBOURNE (Reuters) - Rio Tinto si è scusata per la sparizione di una capsula radioattiva che ha scatenato un allarme radiazioni in alcune zone del vasto stato dell'Australia occidentale.

La capsula radioattiva, che si ritiene sia caduta da un camion, faceva parte di un misuratore utilizzato per calcolare la densità del minerale di ferro che era stato affidato a un appaltatore specializzato per il trasporto. La capsula potrebbe essere andata perduta fino a due settimane fa.

Le autorità sono ora alle prese con l'arduo compito di effettuare ricerche lungo il percorso di 1.400 chilometri del camion, dal nord di Newman - una piccola città nella remota regione del Kimberley - a un deposito nella periferia nord-est di Perth - una distanza superiore alla lunghezza della Gran Bretagna.

L'impresa, pur essendo simile a quella di trovare il proverbiale ago nel pagliaio, non è "impossibile" in quanto i ricercatori sono dotati di rilevatori di radiazioni, ha detto Andrew Stuchbery, che dirige il dipartimento di Fisica Nucleare e Applicazioni di Acceleratori dell'Australian National University.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

"È come se si facesse penzolare una calamita sopra un pagliaio, si avrebbero più possibilità", ha detto.

"Se la sorgente si trovasse per caso in mezzo alla strada, si potrebbe essere fortunati... È piuttosto radioattiva, quindi se ci si avvicina ad essa, si noterà", ha detto.

Il misuratore è stato prelevato dal sito minerario di Rio Gudai-Darri il 12 gennaio. Quando è stato disimballato per l'ispezione il 25 gennaio, il misuratore è stato trovato rotto, con uno dei quattro bulloni di montaggio mancanti e le viti del misuratore scomparse.

Le autorità sospettano che le vibrazioni del camion abbiano causato l'allentamento delle viti e del bullone e che la capsula radioattiva del misuratore sia caduta dalla confezione e poi da una fessura del camion.

"Stiamo prendendo questo incidente molto seriamente. Riconosciamo che è chiaramente molto preoccupante e siamo dispiaciuti per l'allarme che ha causato nella comunità dell'Australia occidentale", ha detto in un comunicato Simon Trott, capo della divisione minerale di ferro di Rio.

La capsula d'argento, del diametro di 6 millimetri (mm) e lunga 8 mm, contiene Cesio-137 che emette radiazioni pari a 10 raggi X all'ora.

Le autorità hanno raccomandato alle persone di stare ad almeno cinque metri di distanza, poiché l'esposizione potrebbe causare ustioni da radiazioni o malattie dovute alla radioattività, anche se hanno aggiunto che il rischio per la comunità in generale è relativamente basso.

"Da quello che ho letto, se ci si passa davanti in auto, il rischio è equivalente a quello di una radiografia. Ma se ci si trova vicino o lo si maneggia, potrebbe essere molto pericoloso", ha detto Stuchbery.

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Stefano Bernabei)