Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • FTSE MIB

    32.934,29
    +353,35 (+1,08%)
     
  • Dow Jones

    39.087,38
    +90,99 (+0,23%)
     
  • Nasdaq

    16.274,94
    +183,02 (+1,14%)
     
  • Nikkei 225

    39.910,82
    +744,63 (+1,90%)
     
  • Petrolio

    79,81
    +1,55 (+1,98%)
     
  • Bitcoin EUR

    57.116,56
    -203,73 (-0,36%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.091,60
    +36,90 (+1,80%)
     
  • EUR/USD

    1,0839
    +0,0032 (+0,29%)
     
  • S&P 500

    5.137,08
    +40,81 (+0,80%)
     
  • HANG SENG

    16.589,44
    +78,00 (+0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.894,86
    +17,09 (+0,35%)
     
  • EUR/GBP

    0,8567
    +0,0010 (+0,12%)
     
  • EUR/CHF

    0,9573
    +0,0017 (+0,18%)
     
  • EUR/CAD

    1,4682
    +0,0013 (+0,09%)
     

Signa avvia procedura di risanamento in auto-amministrazione

L'insegna di Signa Holding nella sua sede centrale a Vienna

VIENNA (Reuters) - Il management di Signa Holding GmbH presenterà istanza di fallimento al tribunale commerciale di Vienna per l'apertura di una procedura di risanamento in auto-amministrazione, ha annunciato il gruppo immobiliare austriaco in un comunicato.

La società, tra i proprietari del Chrysler Building di New York e di catene di grandi magazzini in Germania, Austria e Svizzera, chiederà inoltre l'adozione di un piano di riorganizzazione.

"L'obiettivo è la prosecuzione ordinata delle operazioni commerciali nell'ambito dell'auto-amministrazione e la ristrutturazione sostenibile della società", ha aggiunto.

Il gruppo, controllato da René Benko, magnate austriaco le cui attività sono però basate in Germania, ha subito il contraccolpo del crollo immobiliare europeo innescato dal maggior costo di finanziamento dalla introduzione dell'euro, 25 anni fa.

(Tradotto da Camilla Borri, editing Francesca Piscioneri)