Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 2 hours 6 minutes
  • FTSE MIB

    33.363,24
    +47,56 (+0,14%)
     
  • Dow Jones

    38.834,86
    +56,76 (+0,15%)
     
  • Nasdaq

    17.862,23
    +5,21 (+0,03%)
     
  • Nikkei 225

    38.570,76
    +88,65 (+0,23%)
     
  • Petrolio

    81,59
    +0,02 (+0,02%)
     
  • Bitcoin EUR

    60.626,27
    +65,48 (+0,11%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.385,09
    +47,34 (+3,54%)
     
  • Oro

    2.343,30
    -3,60 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,0746
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    5.487,03
    +13,80 (+0,25%)
     
  • HANG SENG

    18.430,39
    +514,84 (+2,87%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.900,17
    -15,30 (-0,31%)
     
  • EUR/GBP

    0,8446
    -0,0002 (-0,03%)
     
  • EUR/CHF

    0,9496
    +0,0003 (+0,03%)
     
  • EUR/CAD

    1,4726
    -0,0005 (-0,03%)
     

Spagna, risparmiatori si gettano su bond mentre banche alzano tassi depositi troppo lentamente

La bandiera spagnola all'esterno dell'edificio della Corte Costituzionale a Madrid

MADRID (Reuters) - La Banca di Spagna ha avviato un sistema di prenotazioni per gestire meglio la corsa al debito pubblico a breve termine da parte dei risparmiatori ordinari, desiderosi di beneficiare di un rialzo dei tassi alimentato dall'impennata dei rendimenti, con conseguenti lunghe code davanti alla Banca di Spagna.

La domanda dei piccoli investitori, che a novembre detenevano appena lo 0,2% del totale del debito pubblico spagnolo, secondo i dati del Tesoro, è aumentata nelle ultime settimane a causa della lentezza delle banche spagnole nell'adeguare al rialzo i tassi di deposito in linea con gli incrementi dei costi di indebitamento.

Nel 2022, la Spagna ha venduto circa 400 milioni di euro di debito pubblico attraverso la pagina web del Tesoro, il 97% dei quali in debito a breve termine agli investitori al dettaglio, secondo i dati di Madrid.

Nelle ultime cinque settimane la domanda dei risparmiatori al dettaglio è salita a 1,1 miliardi di euro, con 700 milioni di euro solo nelle ultime due settimane, ha detto il Tesoro.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Il Tesoro spagnolo ha collocato 5,06 miliardi di titoli a sei e dodici mesi, con un tasso medio rispettivamente del 2,675% e del 2,813%, dal precedente 2,584% e 2,983%.

Banche spagnole come Santander, BBVA e Caixabank non hanno ancora aumentato i tassi sui depositi nella stessa proporzione in cui hanno aumentato i prestiti ipotecari variabili, che hanno aiutato gli istituti di credito a registrare utili record.

I depositi bancari spagnoli a un anno offrivano un interesse di appena lo 0,42% a dicembre, rispetto all'1,34% offerto dalle banche della zona euro, secondo i dati della Banca Centrale Europea (Bce).

In seguito ai successivi aumenti dei tassi della Bce, davanti alla Banca di Spagna, nel centro di Madrid, si sono formate code di investitori al dettaglio che volevano massimizzare i rendimenti dei loro risparmi ed evitare le commissioni richieste per l'acquisto indiretto del debito pubblico.

La Banca di Spagna ha risposto chiedendo ai potenziali investitori non registrati per l'acquisto di obbligazioni attraverso la pagina web del Tesoro di fissare un appuntamento per acquistare di persona.

Il Tesoro spagnolo ha detto in una nota sul suo sito web che un "aumento esponenziale delle richieste" di acquisto e vendita di debito pubblico attraverso la sede del Tesoro e la necessità di garantire i massimi livelli di sicurezza e affidabilità stavano causando "un rallentamento dei tempi di risposta del sito web".

(Tradotto da Luca Fratangelo, editing Stefano Bernabei)