Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 1 hour 36 minutes
  • FTSE MIB

    34.202,68
    +477,86 (+1,42%)
     
  • Dow Jones

    38.399,56
    +159,58 (+0,42%)
     
  • Nasdaq

    15.595,19
    +143,88 (+0,93%)
     
  • Nikkei 225

    37.552,16
    +113,55 (+0,30%)
     
  • Petrolio

    81,50
    -0,40 (-0,49%)
     
  • Bitcoin EUR

    62.091,66
    +338,43 (+0,55%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.424,18
    +9,42 (+0,67%)
     
  • Oro

    2.330,50
    -15,90 (-0,68%)
     
  • EUR/USD

    1,0705
    +0,0049 (+0,46%)
     
  • S&P 500

    5.046,42
    +35,82 (+0,71%)
     
  • HANG SENG

    16.828,93
    +317,24 (+1,92%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.985,44
    +48,59 (+0,98%)
     
  • EUR/GBP

    0,8607
    -0,0017 (-0,20%)
     
  • EUR/CHF

    0,9729
    +0,0015 (+0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,4626
    +0,0037 (+0,25%)
     

Stellantis avvierà produzione furgoni elettrici in stabilimento Luton (GB) in 2025

Il logo di Stellantis è visibile nella sede dell'azienda a Poissy, vicino a Parigi

LONDRA (Reuters) - Stellantis ha detto che lancerà nel 2025 la produzione di furgoni elettrici di medie dimensioni presso lo stabilimento di Luton, in Inghilterra, dando qualche certezza a lungo termine per una fabbrica che produce furgoni da 92 anni.

La quarta casa automobilistica al mondo per vendite ha detto che a partire dalla primavera del prossimo anno Luton produrrà cinque modelli elettrici, tra cui il Vauxhall Vivaro Electric, il Peugeot E-Expert e il Fiat Professional E-Scudo in versione con guida a destra e a sinistra.

Stellantis produce già piccoli furgoni elettrici nell'altro stabilimento britannico di Ellesemere Port.

La casa automobilistica ha detto che lo stabilimento di Luton continuerà a produrre anche modelli con motore a combustione. Non ha precisato quale tipo di investimento richiederà la produzione dei nuovi modelli elettrici.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Gli impianti di assemblaggio esistenti in Europa che producono modelli a combustibile fossile si stanno contendendo l'assegnazione di futuri modelli elettrici per rimanere aperti anche dopo l'entrata in vigore del divieto dell'Unione europea sulle auto a combustione nel 2035.

L'annuncio di Stellantis arriva dopo che, a novembre, Nissan ha detto di voler investire 1,12 miliardi di sterline per costruire due modelli elettrici nello stabilimento britannico e il gruppo indiano Tata ha detto, lo scorso luglio, di voler costruire un impianto di batterie Ev da 4 miliardi di sterline in Gran Bretagna per rifornire i propri stabilimenti Jaguar Land Rover.

"Questo è un ulteriore voto di fiducia nell'economia britannica e una notizia entusiasmante che dimostra che il nostro piano per l'industria automobilistica sta funzionando", ha detto il ministro dell'Industria britannico Nusrat Ghani in un comunicato.

Poiché le vendite di veicoli elettrici si sono raffreddate, l'industria automobilistica britannica ha chiesto al Regno Unito di sovvenzionare gli acquisti per incoraggiare un maggior numero di consumatori e imprese a passare all'elettrico.

"Se da un lato questa decisione dimostra la fiducia di Stellantis nell'impianto, dall'altro (...) richiede che il governo britannico stimoli una maggiore domanda nel mercato dei veicoli elettrici e sostenga i produttori che investono nel Regno Unito per una transizione sostenibile", ha detto in un comunicato Maria Grazia Davino, amministratrice delegata del gruppo Stellantis nel Regno Unito.

(Tradotto da Camilla Borri, editing Claudia Cristoferi)