Annuncio pubblicitario
Italia markets open in 3 hours 57 minutes
  • Dow Jones

    38.996,39
    +47,37 (+0,12%)
     
  • Nasdaq

    16.091,92
    +144,18 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    39.827,40
    +661,21 (+1,69%)
     
  • EUR/USD

    1,0820
    +0,0013 (+0,12%)
     
  • Bitcoin EUR

    56.473,46
    -406,54 (-0,71%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • HANG SENG

    16.599,36
    +87,92 (+0,53%)
     
  • S&P 500

    5.096,27
    +26,51 (+0,52%)
     

Svezia, giudici a favore delle poste. Un guaio per Tesla

Svezia, giudici a favore delle poste. Un guaio per Tesla
Svezia, giudici a favore delle poste. Un guaio per Tesla


Un tribunale svedese giovedì ha deciso a favore del servizio postale di proprietà statale PostNord in mezzo al conflitto in corso tra il gigante EV Tesla Inc (NASDAQ:TSLA) e i sindacati.

Cosa è successo

Il tribunale svedese ha deciso che PostNord non è tenuta a consegnare le targhe d'immatricolazione a Tesla, che erano state trattenute dai dipendenti del servizio postale come parte dei loro tentativi di esercitare pressione sulla società per gli accordi collettivi con i propri lavoratori, ha riferito Reuters. Questa decisione provvisoria è l'ultimo sviluppo di una disputa che ruota attorno agli accordi di lavoro collettivi.

A fine ottobre, IF Metall, un sindacato che rappresenta i meccanici di Tesla, ha iniziato uno sciopero contro la casa automobilistica per gli accordi collettivi, un aspetto fondamentale del mercato del lavoro svedese. In Svezia, circa il 90% della forza lavoro opera in base ad accordi collettivi che regolano varie condizioni di lavoro, come salari, tipi di impiego, pensioni professionali, ore di lavoro, vacanze e periodi di preavviso.

Perché è importante

Dall'inizio dello sciopero, altri sindacati si sono uniti ai meccanici, con i lavoratori portuali che rifiutano di scaricare i veicoli Tesla, il personale delle pulizie sindacalizzato che rifiuta di pulire gli edifici Tesla e gli elettricisti che interrompono il servizio e le riparazioni per Tesla.

“Questo è folle,” ha scritto il CEO di Tesla, Elon Musk su X a novembre, quando anche PostNord si è unita allo sciopero in corso e ha rifiutato di consegnare le targhe all'azienda per montarle sui nuovi veicoli, minacciando i tempi di consegna delle stesse. Tesla ha successivamente citato in giudizio PostNord.

Il produttore di veicoli elettrici sostiene che, nonostante lo sciopero, oltre il 90% dei suoi dipendenti continua a mantenere le proprie posizioni, affermando che le sue condizioni sono altrettanto buone o migliori delle richieste del sindacato. Sebbene Tesla non produca in Svezia, la Model Y è tra i modelli di auto più venduti nel paese.

Foto via Shutterstock

Disclaimer: Questo contenuto è stato parzialmente prodotto con l'aiuto di Benzinga Neuro ed è stato revisionato e pubblicato dagli editor di Benzinga.

Continua a leggere su Benzinga Italia