Annuncio pubblicitario
Italia Markets close in 1 hr 22 mins
  • FTSE MIB

    34.450,12
    -10,40 (-0,03%)
     
  • Dow Jones

    39.435,14
    -235,90 (-0,59%)
     
  • Nasdaq

    16.875,26
    +73,72 (+0,44%)
     
  • Nikkei 225

    39.103,22
    +486,12 (+1,26%)
     
  • Petrolio

    78,28
    +0,71 (+0,92%)
     
  • BTC-EUR

    62.757,72
    -1.418,83 (-2,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.470,30
    -32,36 (-2,15%)
     
  • Oro

    2.360,00
    -32,90 (-1,37%)
     
  • EUR/USD

    1,0838
    +0,0011 (+0,0976%)
     
  • S&P 500

    5.308,33
    +1,32 (+0,02%)
     
  • HANG SENG

    18.868,71
    -326,89 (-1,70%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.036,41
    +11,24 (+0,22%)
     
  • EUR/GBP

    0,8520
    +0,0011 (+0,12%)
     
  • EUR/CHF

    0,9908
    +0,0002 (+0,02%)
     
  • EUR/CAD

    1,4826
    +0,0010 (+0,07%)
     

Tim, AD Labriola ottiene secondo mandato, a Merlyn e Bluebell tre posti in Cda

L'AD di Tim, Pietro Labriola, posa per una foto a Roma.

MILANO (Reuters) - Gli azionisti di Telecom Italia (Tim) si sono espressi a favore di un nuovo mandato per l'amministratore delegato Pietro Labriola per portare avanti il rilancio del gruppo incentrato sulla vendita della rete al fondo Usa Kkr.

La lista di maggioranza, con circa il 48,97% dei voti, è infatti risultata quella presentata dal Cda uscente, che indicava Labriola come AD, ottenendo sei dei nove posti del nuovo consiglio.

Oltre a Labriola i nomi tratti dall lista del board uscente sono: Alberta Figari, indicata come presidente, il presidente di Cdp Giovanni Gorno Tempini, Paola Camagni, Federico Ferro Luzzi e Domitilla Benigni.

Le liste presentate dagli investitori attivisti Merlyn Partners e Bluebell Capital Partners che hanno sfidato Labriola, titolari ciascuno dello 0,5% di Tim, hanno ottenuto rispettivamente il 2,38% e l'1,01% dei voti con tre posti in consiglio complessivi.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Nel dettaglio, dalla lista Merlyn Partners sono stati nominati Umberto Paolucci e Stefano Siragusa, mentre da quella di Bluebell è stata eletta Paola Giannotti De Ponti.

Entrambi hanno messo in discussione la bontà dell'operazione con Kkr, del valore di 22 miliardi di euro, nel tentativo di conquistare l'appoggio di Vivendi, principale azionista Tim, che ha puntato a ottenere un prezzo più alto per l'asset più prezioso del gruppo telefonico.

Con la sua quota del 24%, il gigante francese dei media rappresentava il principale ostacolo alla riconferma di Labriola, ma ha scelto di astenersi e di non votare, aprendo la strada alla riconferma dell'AD.

"Come già negli ultimi due anni, dopo la giornata di oggi lavoreremo con ancora maggior determinazione, a vantaggio di tutti i soci che con grande senso di responsabilità direttamente o indirettamente hanno permesso di garantire la continuità", ha dichiarato Labriola.

L'assemblea di Tim, che ha approvato il bilancio, ha invece bocciato la relazione sulla politica di remunerazione sul 2024 e sui compensi corrisposti nel 2023, delibera quest'ultima non vincolante.

BATTAGLIA LEGALE

Vivendi ha tuttavia espresso la propria frustrazione per il modo in cui Tim è gestita e continuerà a opporsi all'accordo con Kkr in tribunale.

Il gruppo francese, che ha investito per la prima volta in Tim nel 2015, ha lasciato il Cda della società lo scorso anno dopo una serie di colloqui infruttuosi con il governo sul futuro di un gruppo i cui asset sono considerati strategici.

La società quotata a Parigi ha ripetutamente svalutato il valore della sua partecipazione in Tim, registrando una perdita del 75% sull'investimento iniziale di 4 miliardi di euro.

Labriola, messo sotto pressione dopo il clamoroso crollo del titolo lo scorso 7 marzo, ha difeso il suo piano di vendita della rete ritenendolo come l'unica strada possibile per rilanciare la società senza il peso del debito.

L'AD prevede di finalizzare la vendita quest'estate, previa approvazione da parte dell'Unione europea.

(Tradotto da Laura Contemori, editing Andrea Mandalà, Gianluca Semeraro)