Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.848,58
    -214,97 (-0,93%)
     
  • Dow Jones

    30.932,37
    -469,64 (-1,50%)
     
  • Nasdaq

    13.192,35
    +72,92 (+0,56%)
     
  • Nikkei 225

    28.966,01
    -1.202,26 (-3,99%)
     
  • Petrolio

    61,66
    -1,87 (-2,94%)
     
  • BTC-EUR

    39.472,82
    +85,06 (+0,22%)
     
  • CMC Crypto 200

    912,88
    -20,25 (-2,17%)
     
  • Oro

    1.733,00
    -42,40 (-2,39%)
     
  • EUR/USD

    1,2088
    -0,0099 (-0,81%)
     
  • S&P 500

    3.811,15
    -18,19 (-0,48%)
     
  • HANG SENG

    28.980,21
    -1.093,96 (-3,64%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.636,44
    -48,84 (-1,33%)
     
  • EUR/GBP

    0,8664
    -0,0029 (-0,33%)
     
  • EUR/CHF

    1,0965
    -0,0048 (-0,43%)
     
  • EUR/CAD

    1,5376
    +0,0032 (+0,21%)
     

Tim, ingresso Iliad in mercato fisso non innescherà guerra prezzi - Gubitosi

·1 minuto per la lettura
Il logo Telecom Italia (Tim)

MILANO (Reuters) - L'amministratore delegato di Telecom Italia Luigi Gubitosi non si aspetta che l'ingresso di Iliad nel mercato della telefonia fissa inneschi una guerra di prezzi.

Lo ha detto lo stesso Gubitosi nel suo intervento al convegno annuale organizzato da Morgan Stanley dedicato alla tecnologia, ai media e alle telecomunicazioni in Europa.

Iliad, che in due anni ha conquistato una quota di quasi il 9% sul segmento mobile in Italia, ha annunciato che debutterà con offerta sul segmento delle connettività fissa prima dell'estate dell'anno prossimo.

"Ho fiducia che Iliad adotterà un approccio razionale", ha detto Gubitosi, sottolineando come tale approccio sarà dettato dalle esigenze di limitare il dispendio di risorse dopo la recente acquisizione dell'operatore polacco Play da parte del gruppo francese in un'operazione da 3,5 miliardi di euro, debito incluso.

"Alla fine, perchè dovrebbero essere interessati ad arrivare a una guerra dei prezzi? Prevarrà la razionalità", ha sottolineato l'AD dell'ex monopolista pubblico, aggiungendo che in Italia il gruppo francese quest'anno "brucerà 700 milioni di euro".

Iliad non ha immediatamente commentato.

"Non mi aspetto una guerra dei prezzi. Gli incentivi e le risorse del recovery fund cambieranno lo scenario per il settore... creando domanda sia da parte delle imprese, sia parte della pubblica amministrazione", ha concluso Gubitosi.

(Mathieu Rosemain, in redazione a Milano Elvira Pollina, Gianluca Semeraro)