Annuncio pubblicitario
Italia markets open in 3 hours 38 minutes
  • Dow Jones

    38.996,39
    +47,37 (+0,12%)
     
  • Nasdaq

    16.091,92
    +144,18 (+0,90%)
     
  • Nikkei 225

    39.868,54
    +702,35 (+1,79%)
     
  • EUR/USD

    1,0818
    +0,0011 (+0,10%)
     
  • Bitcoin EUR

    56.646,97
    -376,55 (-0,66%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • HANG SENG

    16.636,06
    +124,62 (+0,75%)
     
  • S&P 500

    5.096,27
    +26,51 (+0,52%)
     

UniCredit cerca nuovo candidato alla presidenza entro inizio 2024 - fonti

Logo UniCredit su uno smartphone

di Giuseppe Fonte e Valentina Za e Elvira Pollina

MILANO (Reuters) - Il consiglio di amministrazione di UniCredit sta lavorando per scegliere entro i primi di gennaio un nuovo candidato alla presidenza, mentre si prepara a rinnovare il mandato all'amministratore delegato Andrea Orcel nella primavera del 2024, hanno dichiarato due fonti vicine alla questione.

La lista di candidati che il consiglio di amministrazione proporrà all'assemblea annuale degli azionisti dovrebbe includere il nome per la successione all'attuale presidente Pier Carlo Padoan, hanno detto le fonti che hanno chiesto di non essere nominate in quanto le informazioni sono riservate.

UniCredit non ha commentato.

La banca sta cercando di ricostruire le relazioni con il governo dopo che Orcel, nel 2021, ha rinunciato all'acquisto del Monte dei Paschi di Siena, controllata dal Tesoro.

Il nuovo presidente potrebbe contribuire a rafforzare i legami con Roma, e Padoan, 73 anni, economista ed ex ministro dell'Economia con i governi di centro-sinistra guidati da Matteo Renzi e Paolo Gentiloni, è considerato poco adatto a questo scopo.

Tra i potenziali candidati a succedergli c'è l'attuale capo della corporate governance e del comitato nomine di UniCredit, Lamberto Andreotti.

Andreotti, 73 anni, è l'ex amministratore delegato di Bristol-Myers Squibb e figlio di Giulio Andreotti.

A settembre UniCredit ha ingaggiato due società di ricerca di dirigenti per aiutare il cda a selezionare i candidati per il rinnovo.

La banca vorrebbe che il futuro presidente lavorasse al processo di selezione, il che sarebbe possibile con Andreotti già presente nel consiglio.

Un altro candidato preso in considerazione è Pier Francesco Saviotti, che ha lavorato con Orcel a Merrill Lynch, ma una persona a conoscenza della questione lo esclude, e non crede neppure alla candidatura di Massimo Tononi, oggi presidente del consiglio di amministrazione di Banco BPM, che pure è stato citato tra i papabili dalla stampa italiana.

Una possibile opzione è anche Daniele Franco, ministro dell'Economia con Draghi ma, secondo le fonti, le sue possibilità sono scarse. Franco è uno dei cinque candidati alla presidenza della Bei, ma a guidare la corsa è Nadia Calvino, ministro delle Finanze spagnolo.

- Hanno contribuito Andrea Mandala e Gianluca Semeraro

(Versione italiana Antonella Cinelli, editing Stefano Bernabei)