Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 3 hours 14 minutes
  • FTSE MIB

    33.840,64
    -40,86 (-0,12%)
     
  • Dow Jones

    37.775,38
    +22,07 (+0,06%)
     
  • Nasdaq

    15.601,50
    -81,87 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    37.068,35
    -1.011,35 (-2,66%)
     
  • Petrolio

    82,06
    -0,67 (-0,81%)
     
  • Bitcoin EUR

    61.106,37
    +2.468,59 (+4,21%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.336,37
    +23,75 (+1,84%)
     
  • Oro

    2.392,90
    -5,10 (-0,21%)
     
  • EUR/USD

    1,0659
    +0,0012 (+0,12%)
     
  • S&P 500

    5.011,12
    -11,09 (-0,22%)
     
  • HANG SENG

    16.224,14
    -161,73 (-0,99%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.921,45
    -15,12 (-0,31%)
     
  • EUR/GBP

    0,8560
    +0,0004 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    0,9684
    -0,0027 (-0,27%)
     
  • EUR/CAD

    1,4665
    +0,0015 (+0,10%)
     

UniCredit, Orcel fiducioso di poter utilizzare parte capitale in eccesso per M&A

Il logo di UniCredit

MILANO (Reuters) - Sarebbe "deludente" se i rigidi criteri stabiliti da UniCredit per valutare potenziali acquisizioni impedissero alla banca di impiegare almeno una parte dell'ampio capitale in eccesso in questo modo.

Lo ha detto l'amministratore delegato Andrea Orcel alla Morgan Stanley conference a Londra.

"Ritengo che a un certo punto serva investire per far crescere il business, e che quindi M&A al giusto prezzo sia preferibile (alla sola distribuzione)", ha detto Orcel.

Secondo l'AD di UniCredit l'elevato costo del capitale proprio delle banche impedisce di "abbassare la barra" per le possibili acquisizioni, anche quando gli asset potrebbero essere strategici.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Anche quando un asset è strategico, il mercato deve avere piena fiducia nei benefici di costo di qualsiasi operazione e il tasso di rendimento interno aggiustato per il rischio deve essere almeno del 15%, ha detto Orcel.

(Tradotto da Camilla Borri, editing Stefano Bernabei)