Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • Dow Jones

    38.923,80
    -145,43 (-0,37%)
     
  • Nasdaq

    15.997,03
    +20,78 (+0,13%)
     
  • Nikkei 225

    39.239,52
    +5,81 (+0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,0852
    -0,0001 (-0,01%)
     
  • Bitcoin EUR

    52.694,91
    +3.282,02 (+6,64%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • HANG SENG

    16.790,80
    +156,06 (+0,94%)
     
  • S&P 500

    5.067,83
    -1,70 (-0,03%)
     

Zona euro evita per poco recessione tecnica in quarto trimestre

Le bandiere dell'Europa sventolano davanti dalla sede della Commissione europea a Bruxelles

BRUXELLES (Reuters) - La zona euro ha evitato per poco una recessione tecnica negli ultimi tre mesi del 2023, nonostante la contrazione in Germania, grazie soprattutto alla forte crescita in Spagna e Portogallo e a un modesto aumento in Italia, secondo i dati pubblicati oggi.

La stima preliminare diffusa da Eurostat indica che il Pi dei 20 Paesi che utilizzano l'euro è rimasto invariato nel quarto trimestre 2023 su base trimestrale.

Il risultato è superiore al consensus di mercato che prevedeva un calo del Pil dello 0,1% su base trimestrale, che avrebbe fatto entrare la zona euro in una recessione tecnica, definita come due trimestri consecutivi di contrazione del Pil.

Anche su base annua il quarto trimestre è stato migliore delle attese degli economisti intervistati da Reuters, con un aumento dello 0,1% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, invece di rimanere invariato come previsto dagli analisti.

La Spagna, quarta economia della zona euro, ha contribuito notevolmente con una crescita trimestrale dello 0,6%, mentre il Portogallo, più piccolo, è cresciuto dello 0,8%. Anche la crescita della terza economia, quella italiana, ha accelerato passando allo 0,2% negli ultimi tre mesi dallo 0,1% del trimestre precedente.

Ciò ha contribuito a compensare la flessione trimestrale dello 0,3% della Germania, la maggiore economia della zona euro, e la crescita zero della Francia, seconda economia Ue.

(Tradotto da Laura Contemori, editing Francesca Piscioneri)