Italia markets open in 6 hours 23 minutes

DiaSorin S.p.A. (DIA.MI)

Milan - Milan Prezzo differito. Valuta in EUR.
Aggiungi a watchlist
111,60-3,15 (-2,75%)
Alla chiusura: 05:35PM CEST
Schermo intero
Chiusura precedente114,75
Aperto114,55
Denaro110,50 x 0
Lettera112,20 x 0
Min-Max giorno110,00 - 114,55
Intervallo di 52 settimane106,20 - 204,40
Volume70.187
Media Volume102.552
Capitalizzazione6,008B
Beta (5 anni mensile)0,18
Rapporto PE (ttm)20,82
EPS (ttm)N/D
Prossima data utiliN/D
Rendimento e dividendo (forward)1,05 (0,91%)
Data ex dividendo23 mag 2022
Stima target 1AN/D
  • Adnkronos

    I cinque titoli peggiori del Ftse Mib, scivola Stellantis

    (Adnkronos) - Stellantis guida la classifica dei cinque titoli peggiori del Ftse Mib. Sull'indice principale di Piazza Affari il gruppo dell'auto scivola del 4,26%, in una seduta pesante per i mercati europei. Seconda classificata è Bper, che lascia sul terreno il 3,81%, seguita da Moncler (-3,79%) e Nexi (-3,41%). Il gruppo dei semiconduttori Stm chiude il gruppo dei cinque titoli peggiori del paniere principale della Borsa di Milano, accusando un ribasso del 3,39%. Fra i titoli del comparto in

  • Adnkronos

    Piazza Affari in rosso nonostante il traino dei titoli bancari

    (Adnkronos) - Le Borse europee seguono il tonfo asiatico a seguito della decisione della Fed di alzare i tassi di interesse di 75 punti base per combattere un'inflazione ancora troppo elevata. Sul fronte italiano - in attesa del voto - a preoccupare analisti e investitori sono i temi caldi con cui dovrà subito confrontarsi il nuovo governo. Nonostante il forte traino dei titoli bancari, Piazza Affari chiude la seduta a -1,07% con 21.800 punti. Sul principale listino milanese spicca il rally di U

  • Reuters

    Borsa Milano scivola in rosso, corrono banche con UniCredit, giù Stm, Diasorin

    MILANO (Reuters) - Seduta nervosa a Piazza Affari con saliscendi continui, anche se la borsa di Milano regge comunque meglio il colpo grazie al forte rialzo delle banche e al peso di UniCredit nell'indice. A tenere banco le reazioni degli investitori alla decisione, in gran parte attesa, del Fomc ieri che ha aumentato i tassi di 75 punti base portandoli a 3-3,25%, livello che non veniva raggiunto dal 2008.