TSLA - Tesla, Inc.

NasdaqGS - NasdaqGS Prezzo in tempo reale. Valuta in USD.
778,80
-21,11 (-2,64%)
Alla chiusura: 4:00PM EST
Il grafico dei titoli non è supportato dal tuo browser attuale
Chiusura precedente799,91
Aperto782,50
Denaro0,00 x 1200
Lettera0,00 x 800
Min-Max giorno776,11 - 813,30
Intervallo di 52 settimane176,99 - 968,99
Volume13.762.559
Media Volume17.055.237
Capitalizzazione143,602B
Beta (5 anni mensile)0,56
Rapporto PE (ttm)N/D
EPS (ttm)-4,92
Prossima data utili21 apr 2020 - 26 apr 2020
Rendimento e dividendo (forward)N/D (N/D)
Data ex dividendoN/D
Stima target 1A502,00
  • Mercati finanziari: la sintesi quotidiana dei fatti
    Trend Online

    Mercati finanziari: la sintesi quotidiana dei fatti

    La sintesi quotidiana dei principali eventi accaduti sui mercati finanziari redatta dall’Ufficio Ricerca ed Analisi di  Banca Finnat . Borse Mondiali Usa In evidenza negativa American Express (-5,69%) ...

  • Askanews

    Confermato Salone auto Ginevra, espositori cinesi in quarantena

    Focus su veicoli elettrici e ibridi, circuito indoor per prove

  • USD in rialzo dopo i verbali della Fed
    Trend Online

    USD in rialzo dopo i verbali della Fed

    Nei verbali del FOMC si legge che i rischi legati agli scambi e alla crescita globale sono diminuiti dopo la firma dell’accordo commerciale di fase uno fra USA e Cina, ma anche che sono emersi altri rischi, ...

  • Il balletto delle cifre fa sognare i mercati
    Trend Online

    Il balletto delle cifre fa sognare i mercati

    Un giorno di stop all’entusiasmo, martedì scorso, può anche bastare, di questi tempi. Ieri è ripreso il rialzo poiché “the show must go on”. Da celebrare c’è stato il primo giorno in cui, grazie al sapiente ...

  • Riparte il rally globale, raffica di record
    Trend Online

    Riparte il rally globale, raffica di record

    Il warning di Apple  è riuscito nell'impresa di far chiudere marginalmente negativa Wall Street (S&P 500 -0.29%, ma Nasdaq +0.02%). L'azione  di Cupertino ha dimezzato le  perdite in chiusura, cedendo ...

  • Trend Online

    Sui mercati le perplessità durano solo poche ore

    Qualora avessimo bisogno di conferme, ieri abbiamo avuto l’ennesima dimostrazione che il timone dei mercati azionari è tornato stabilmente nelle mani dei compratori, che in grande maggioranza hanno già ...

  • Wall Street resta più forte dei timori per l'impatto del virus
    Trend Online

    Wall Street resta più forte dei timori per l'impatto del virus

    Nuovo record storico per Wall Street. La faccenda si fa monotona: l'S&P 500 (+0.65%) ha marcato il massimo in chiusura in ognuna delle ultime 3 sedute, e in 5 delle ultime 6. Quanto alle motivazioni, il ...

  • Bitcoin, oro e dollaro: perché sono i beni “rifugio” del momento
    Trend Online

    Bitcoin, oro e dollaro: perché sono i beni “rifugio” del momento

    Il bilancio delle vittime del coronavirus sta diffondendo timori e panico: gli investitori stanno cercando di detenere l ’oro, il dollaro USA e anche il Bitcoin come bene rifugio sicuro. Gli investitori ...

  • Askanews

    Wall Street prolunga rimbalzo ma Tesla limita il Nasdaq

    S&P 500 su nuovi massimi, Djia di nuovo sopra i 29.000 punti

  • Askanews

    Wall Street chiude in rialzo, mercati guardano oltre coronavirus

    Nasdaq su nuovi massimi grazie a Tesla

  • Askanews

    Tesla corre a Wall Street, prima casa auto Usa per valore impresa

    Ha toccato i 173,7 miliardi di dollari, sopra Ford

  • Tesla oltre 100 miliardi di capitalizzazione, supera Volkswagen
    Askanews

    Tesla oltre 100 miliardi di capitalizzazione, supera Volkswagen

    A Wall Street titolo a 582 dollari (+6,5%), triplicato da giugno

  • Askanews

    Wall Street chiude in rialzo in attesa di stagione trimestrali

    Aiuta prossima firma su accordo commerciale Usa-Cina

  • Askanews

    Auto,Uecoop:quadruplicate in 5 anni auto elettriche e ibride Italia

    Analisi stilata in relazione ai record di Tesla

  • I PMI di ottobre deludono le aspettative di recupero
    Trend Online

    I PMI di ottobre deludono le aspettative di recupero

    La giornata dei PMI flash di Ottobre e dell'ultima conference di Draghi come Presidente ECB è iniziata con un tono costruttivo. Intanto, ieri sera l'S&P 500 (+0.3%) con un colpo di reni finale ha chiuso ...

  • Virgin Galactic prima società di turismo spaziale a Wall Street
    Askanews

    Virgin Galactic prima società di turismo spaziale a Wall Street

    Lunedì lo sbarco al Nyse, grazie a fusione con società quotata

  • Tesla, c'è il Karaoke: l'auto diventa intrattenimento su ruote
    Askanews

    Tesla, c'è il Karaoke: l'auto diventa intrattenimento su ruote

    Rilasciato il software versione 10.0 con una serie di novità

  • RC auto, aumenti fino al 98% dopo incidente
    Adnkronos

    RC auto, aumenti fino al 98% dopo incidente

    La classe di merito che peggiora di due punti e il conseguente rincaro del costo dell'RC auto. Questo accade all’automobilista responsabile di un incidente. Ma quanto aumenta il premio dell’assicurazione in casi come questo? Facile.it, analizzando un campione di oltre 14.000 preventivi raccolti nel primo trimestre dell’anno, ha scoperto come, a parità di profilo, le tariffe assicurative possano addirittura raddoppiare e i rincari variare notevolmente da provincia a provincia.  Le province con i rincari maggiori - Dall’analisi è emerso che la provincia dove un sinistro con colpa 'costa di più' è quella di Salerno: qui per un automobilista in prima classe di merito responsabile di un incidente, la media del miglior prezzo disponibile una volta scivolato in terza classe aumenta del 98,6% e, alla stipula di un nuovo contratto, dovrà sborsare 462 euro in più. Al secondo posto si posiziona un’altra provincia campana, quella di Napoli: in questo caso il passaggio dalla prima alla terza classe di merito comporta un rincaro del 76,1%, con un aggravio pari a 442 euro. Stessa sorte per gli automobilisti di Prato che, a seguito di un sinistro con colpa, devono fare i conti con un aumento medio del 75,8%, vale a dire 454 euro in più. Il quarto posto è occupato dalla provincia di Caserta, area dove un sinistro con responsabilità comporta un rincaro medio del 70,3% (corrispondente a 419 euro), mentre alla quinta posizione si trova la provincia di Palermo, dove l’aumento medio è pari al 63,6% e il conto finale più salato di 241 euro. Proseguendo nella Top Ten delle province italiane in cui causare un sinistro costa di più, la sesta posizione è occupata da un’altra provincia toscana, quella di Pistoia; qui, in media, gli automobilisti devono fare i conti con un aumento del 62,3%, vale a dire 244 euro in più. Seguono le province di Pavia e Pisa, dove l’aumento medio è pari, rispettivamente, a 60,2% e 58,4%; seppur molto vicine in termini percentuali, il conto in valori assoluti è meno salato per gli automobilisti pavesi, che devono far fronte ad un aumento di 143 euro, mentre per i guidatori pisani il rincaro è di 205 euro. Al nono posto si è piazzata la prima provincia laziale, Frosinone, dove un automobilista in prima classe di merito responsabile di un sinistro deve fare i conti con un aumento medio del 56,6%, pari a 173 euro. Ultima della Top Ten è Ancona dove, a seguito di un incidente con colpa, il rincaro è del 51,5%, vale a dire 167 euro in più. "Un incidente con colpa è una macchia che rimane nella storia assicurativa dell’automobilista per 5-6 anni e che condizionerà, per questo periodo di tempo, le tariffe offerte dalle compagnie», spiega Diego Palano, responsabile assicurazioni di Facile.it. "Il consiglio per cercare di contenere il più possibile il rincaro è di confrontare diversi preventivi prima di acquistare una nuova polizza; soprattutto in casi come questo le politiche tariffarie applicate dalle singole società assicurative determinano differenze di costo a volte davvero notevoli, pertanto è bene avere un quadro completo dell’offerta prima di scegliere".  Le province con i rincari minori - Scorrendo la graduatoria in senso inverso emerge che Firenze è la provincia italiana dove un sinistro con colpa costa meno; per un automobilista fiorentino in prima classe di merito, la media del miglior prezzo disponibile una volta salito in terza classe aumenta del 18,8%, vale a dire appena 69 euro in più. Secondo posto per Venezia, dove il rincaro medio a seguito di sinistro è pari a 20,9%; in termini assoluti, però, i guidatori veneziani sono più fortunati dei fiorentini perché l’aumento percentuale corrisponde a 58 euro. A Bologna gli automobilisti responsabili di sinistro devono fare i conti con un aumento medio del 22,3% (vale a dire 68 euro), mentre in provincia di Varese il rincaro medio è del 22,6%, ovvero 59 euro. In provincia di Cagliari il rincaro medio, a seguito di un sinistro con colpa, è pari al 24,8% (73 euro); poco più in basso si trovano Verona, dove l’aumento medio è del 25,2% (pari a 61 euro), Rimini, con un rincaro medio del 25,6% (pari a 90 euro), Bergamo (+28,5%, pari a 61 euro) e Treviso (+29%, pari a 74 euro). Ultima nella Top Ten delle province meno care è Ravenna; qui un automobilista in prima classe, a seguito di un incidente con colpa, deve fare i conti con un aumento medio del 32,1%, vale a dire 108 euro in più. Guardando alle altre grandi province italiane, a Torino il rincaro medio a seguito di un sinistro con colpa è pari al 43,7%, vale a dire 138 euro in più, mentre a Bari l’aumento medio rilevato da Facile.it, pari al 40,7%, corrisponde a 146 euro.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità