Italia markets closed
  • Dow Jones

    33.852,53
    +3,07 (+0,01%)
     
  • Nasdaq

    10.983,78
    -65,72 (-0,59%)
     
  • Nikkei 225

    28.027,84
    -134,99 (-0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,0331
    -0,0014 (-0,13%)
     
  • BTC-EUR

    15.968,94
    +148,13 (+0,94%)
     
  • CMC Crypto 200

    390,14
    +1,42 (+0,36%)
     
  • HANG SENG

    18.204,68
    +906,74 (+5,24%)
     
  • S&P 500

    3.957,63
    -6,31 (-0,16%)
     

Crisi energetica, anche la stufa diventa inaccessibile: Italia senza legna e pellet

Wood stove heating with in foreground wood pellets - economical heating system concept
Crisi energetica, anche la stufa diventa inaccessibile: Italia senza legna e pellet

Con la crisi energetica in atto, le bollette diventano sempre più salate e in vista dell’inverno gli italiani si adoperano per risparmiare. Prima regola: abbassare i termosifoni e - laddove possibile - preferire stufe e camini. Tuttavia, non mancano i problemi: anche legna e pellet sono sempre più difficili da trovare.

VIDEO - Crisi del gas, tutti i trucchi per risparmiare suggeriti dall'ENEA

La legna da ardere è diventata l’oggetto del desiderio di moltissimi italiani, che temono di rimanere senza gas. Eppure è carissima e difficile da reperire. È un altro effetto della crisi energetica alimentata dallo scoppio della guerra in Ucraina.

LEGGI ANCHE: Caro bollette, come risparmiare sul riscaldamento? I consigli per evitare la stangata

I primi aumenti sono stati segnalati in primavera, ma è nel corso dell’estate che i prezzi sono lievitati radicalmente. Un bancale di faggio, pari a circa 7 quintali, raggiunge picchi di 300 euro, quasi il doppio rispetto alle cifre del 2021. Solo un anno fa, infatti, in Trentino la stessa quantità di legna costava tra i 150 e i 170 euro.

LEGGI ANCHE: 5 strategie economiche per sopravvivere all'inverno senza riscaldamenti

Non va meglio a chi possiede una stufa a pellet, il cui prezzo è quasi triplicato. Un sacco da 15 kg è passato dai 5 agli attuali 13/14 euro.

GUARDA ANCHE - Falsi miti sul risparmio energetico in casa, sfatiamone 4

A confermarlo è la testimonianza di Alberto Defant, commerciante di legname di Terlago, non distante da Trento. “Ogni giorno dalle 10 alle 15 persone entrano nel mio negozio chiedendomi legna da ardere, che io ho esaurito da un mese. Mai visto una cosa del genere: è un prodotto quasi introvabile, ha raccontato al quotidiano la Repubblica.

GUARDA ANCHE - Gas, ecco il piano del Governo per ridurre i consumi. Faremo docce più brevi