Italia markets close in 4 hours 37 minutes
  • FTSE MIB

    26.908,96
    +102,77 (+0,38%)
     
  • Dow Jones

    35.490,69
    -266,19 (-0,74%)
     
  • Nasdaq

    15.235,84
    +0,12 (+0,00%)
     
  • Nikkei 225

    28.820,09
    -278,15 (-0,96%)
     
  • Petrolio

    80,99
    -1,67 (-2,02%)
     
  • BTC-EUR

    52.538,81
    +1.198,08 (+2,33%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.469,76
    -4,57 (-0,31%)
     
  • Oro

    1.800,20
    +1,40 (+0,08%)
     
  • EUR/USD

    1,1609
    +0,0003 (+0,02%)
     
  • S&P 500

    4.551,68
    -23,11 (-0,51%)
     
  • HANG SENG

    25.555,73
    -73,01 (-0,28%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.229,41
    +8,53 (+0,20%)
     
  • EUR/GBP

    0,8435
    -0,0006 (-0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,0656
    +0,0008 (+0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,4344
    +0,0004 (+0,03%)
     

NFT : Cosa Sono, Perché Aumentano di Valore e Perché è Meglio Saperlo

·4 minuto per la lettura

Secondo i dati forniti dal tracker di mercato americano DappRadar, le vendite di NFT sono aumentate portandosi a $ 10,7 miliardi nel corso del terzo trimestre del 2021, con un incredibile aumento di otto volte rispetto alle vendite registrate durante il trimestre precedente, che erano state pari a $ 1,3 miliardi.

Unico + Esclusivo = Prezioso

Ma cosa sono gli NFT e perché stanno diventando così richiesti come beni da investimento? La sigla NFT sta per “Token Non Fungibile” e, al pari delle cryptovalute, si tratta di beni puramente virtuali. A differenza di queste, però, posseggono una loro individualità specifica e non possono essere scambiati con altri NTF uguali, oppure utilizzati l’uno in sostituzione dell’altro. Ogni NTF è unico e non rimpiazzabile. Per fare un esempio, un qualunque Bitcoin può sostituire ed essere sostituito da un altro Bitcoin: magari non avranno lo stesso codice algoritmico ma possiederanno comunque il medesimo valore. L’NTF è invece un bene originale, esclusivo, non rimpiazzabile con un altro uguale semplicemente perché non esistono due NTF uguali. Il loro punto di forza ed il loro valore risiede proprio nell’essere esclusivi ed unici.

Mentre l’interesse crescente attorno alle cryptovalute sta ormai per compiere il suo decimo anniversario, il mercato NFT ha attirato l’attenzione dei media mainstream solo a partire dal 2021. Approfondire la storia delle NFT può quindi fornire informazioni utili sul futuro di questa tecnologia in rapida crescita, proprio nel momento del suo migliore slancio.

Lo slancio è appena cominciato

L’infanzia degli NTF risale al 2012, con la creazione delle cosiddette Coloured Coins. Le monete colorate erano state create come prova delle effettive risorse possedute dalla blockchain di Bitcoin, ed includevano immobili, azioni o obbligazioni. Un portafoglio Colored Coins poteva quindi creare una transazione Bitcoin ove il codice era direttamente collegabile ad una risorsa, con la possibilità di inviare tot unità di questa risorsa da un indirizzo a un altro. Le monete colorate sono state il progetto-pioniere del mercato NFT ed hanno gettato le basi vitali per tutti i progetti successivi. Tra il 2016 ed il 2018 venne introdotta CounterParty, piattaforma finanziaria peer-to-peer che lanciò il concetto di carte collezionabili digitali. In breve tempo CounterParty cominciò a funzionare non solo con le carte collezionabili, ma anche con giochi di grandi nomi come Spells of Genesis, Force of Will e Rare Pepes, la serie NFT basata sul personaggio dei fumetti Pepe the Frog, uno dei meme più popolari all’epoca. Seguendo l’esempio di Rare Pepes, decollarono i progetti Larva Labs e CryptoKitties, composti da una serie di 10.000 oggetti digitali unici e collezionabili.

Clientela di lusso e quotazioni record

E’ proprio dal 2018 che lo spazio NFT cominciò davvero a prendere velocità, emergendo dal sottosuolo per diventare mainstream. Fu l’anno in cui i prezzi per le opere d’arte digitali esclusive iniziarono a salire in modo significativo. Uno dei primi artisti digitali, Kevin Abosch, riuscì a vedere la sua “The Forever Rose” per $ 1 milione riuscendo ad attirare l’attenzione dei media. Due anni più tardi, verso la fine del 2020, le vendite di NFT avevano già raggiunto un controvalore di $ 2 milioni alla settimana e ora, alla fine del 2021, il mercato NFT è ufficialmente in piena espansione e tra i suoi “clienti” figurano grandi nomi come Louis Vuitton, Samsung e Nike. La cantante Lindsay Lohan ha messo all’asta la sua canzone NFT per $ 85.000 e Grimes ha venduto la sua arte digitale per $ 389.000. Ma il vero “botto” è arrivato quando l’artista Beeple è riuscito a vedere il suo NFT “Everydays – The First 5000 Days” da Christie’s per l’incredibile cifra di $ 69 milioni.

Rendimenti passivi da NTF

Come per qualsiasi tecnologia appartenente all’universo della finanza decentralizzata (DeFi), il futuro degli NFT è incerto. Tuttavia, ci sono alcuni nuovi entusiasmanti sviluppi nel settore che mostrano un potenziale promettente. Con la tecnologia odierna, l’attrattiva nell’acquisto di NFT risiede non solo nell’esclusività del possesso di un oggetto unico da collezione, ma anche nei profitti che si possono raccogliere mediante il cosiddetto “staking”. Lo staking NFT – detenere un NFT su una piattaforma come asset tokenizzato e riceverne una percentuale passiva di reddito – è uno dei vantaggi dell’acquisto di NFT di cui gli investitori stanno diventando sempre più consapevoli.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli