Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.612,04
    +116,97 (+0,48%)
     
  • Dow Jones

    34.777,76
    +229,23 (+0,66%)
     
  • Nasdaq

    13.752,24
    +119,39 (+0,88%)
     
  • Nikkei 225

    29.357,82
    +26,45 (+0,09%)
     
  • Petrolio

    64,82
    +0,11 (+0,17%)
     
  • BTC-EUR

    48.180,36
    +1.428,34 (+3,06%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.480,07
    +44,28 (+3,08%)
     
  • Oro

    1.832,00
    +16,30 (+0,90%)
     
  • EUR/USD

    1,2168
    +0,0100 (+0,83%)
     
  • S&P 500

    4.232,60
    +30,98 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    28.610,65
    -26,81 (-0,09%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.034,25
    +34,81 (+0,87%)
     
  • EUR/GBP

    0,8694
    +0,0012 (+0,13%)
     
  • EUR/CHF

    1,0948
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4751
    +0,0088 (+0,60%)
     

Opa Creval, Crédit Agricole alza offerta a 12,5€: azionisti dicono sì

Fabio Carbone
·2 minuto per la lettura

Il prezzo di 12,2 euro ad azione non aveva convinto gli azionisti che nell’ultima seduta avevano mostrato fredda adesione alla proposta di Opa sul Credito valtellinese (CVAL), da parte di Crédit Agricole (ACA). Così è giunta la nuova offerta da parte della banca francese di 12,5 euro ad azione, che ha convinto gli azionisti di maggioranza ad aderire.

Gli azionisti di Creval che consegneranno le azioni detenute, riceveranno quindi 12,5 euro ad azione, a prescindere dal superamento della soglia del 90%. C’è tempo fino alle ore 17.30 di venerdì 23 aprile per aderire alla Opa. Ma a quanto pare Dumont e gli hedge fund aderiranno.

Ora gli azionisti di peso, ovvero i fondi, si sentono più predisposti a cedere le azioni perché consideravano le precedenti offerte del Crédit Agricole poco allettanti e premianti rispetto al reale valore del Credito Valtellinese.

Opa Creval, i dettagli

Crédit Agricole è assistita nell’operazione da Bonelli Erede, JPMorgan Chase (JPM) ed Equita.

Prima della nuova offerta, avevano aderito all’offerta circa il 22,2% degli azionisti, una adesione che non avrebbe consentito al Crédit Agricole di assumere una posizione di maggioranza in Creval.

Ma nelle ultime ore un gruppo di azionisti, un ulteriore 22,2%, riporta Milano Finanza, ha preso contatto con l’istituto bancario francese ed hanno dato la loro disponibilità ad aderire con una offerta a 12,5 euro ad azione.

La banca francese ha deciso di accettare la nuova proposta, anche se non si dovesse raggiungere una adesione del 90% ed ha quindi cancellato dall’accordo quest’ultima condizione vincolante.

Chi aderisce all’Opa Creval?

Aderiscono quindi all’Opa su creval Dgfd dell’imprenditore francese Denis Dumont che possiede il 5,3% delle azioni, Petrus Adviser con il 3,1% delle azioni, Alta Global che detiene il 5,1%, ed ancora Hosking Partners che detiene il 4,6% e Tig Advisor con il 4,1%.

Con il totale delle altre azioni che il Crédit Agricole aveva acquistato (2,5%) direttamente, e con il 22,2% già consegnato dagli altri azionisti durante l’Opa, più un ulteriore 5% di altri azionisti che si sono impegnati a consegnare le loro azioni, si arriva al 51%.

Questo nuovo scenario dovrebbe quindi far cambiare idea anche a molti altri piccoli azionisti che posseggono le azioni del Credito Valtellinese. In particolare grazie alla nuova offerta di 12,5 euro ad azione, gli azionisti potrebbero trovare molto più allettante aderire alla Opa su Creval e cedere a Crédit Agricole il controllo della piccola banca valtellinese.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE: