Annuncio pubblicitario
Italia markets close in 4 hours 23 minutes
  • FTSE MIB

    32.629,84
    -71,08 (-0,22%)
     
  • Dow Jones

    39.131,53
    +62,43 (+0,16%)
     
  • Nasdaq

    15.996,82
    -44,78 (-0,28%)
     
  • Nikkei 225

    39.233,71
    +135,01 (+0,35%)
     
  • Petrolio

    76,16
    -0,33 (-0,43%)
     
  • Bitcoin EUR

    47.055,56
    -543,80 (-1,14%)
     
  • CMC Crypto 200

    885,54
    0,00 (0,00%)
     
  • Oro

    2.040,70
    -8,70 (-0,42%)
     
  • EUR/USD

    1,0857
    +0,0034 (+0,31%)
     
  • S&P 500

    5.088,80
    +1,77 (+0,03%)
     
  • HANG SENG

    16.634,74
    -91,12 (-0,54%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.865,97
    -6,60 (-0,14%)
     
  • EUR/GBP

    0,8547
    +0,0009 (+0,10%)
     
  • EUR/CHF

    0,9546
    +0,0015 (+0,16%)
     
  • EUR/CAD

    1,4669
    +0,0059 (+0,40%)
     

Borsa Milano poco mossa, realizzi su banche, giù Bper e Mps, bene Nexi, lusso

Un uomo davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Indici in tiepido rialzo a Piazza Affari in un contesto globale dei mercati azionari positivi, che vede la Borsa di Tokyo chiudere sui massimi da 34 anni, mentre a New York l'S&P 500 ha nuovamente rivisto i massimi storici in chiusura di seduta ieri.

Al momento piatti i futures Usa che fanno presagire un avvio poco mosso per i mercati azionari a Wall Street oggi.

In assenza di novità sul fronte dei tassi di interesse da parte della banche centrali, l'attenzione degli investitori è sempre più rivolta alla stagione delle trimestrali, oramai entrata nel vivo, e che influenza i corsi azionari.

Intorno alle 12,10 il Ftse Mib guadagna lo 0,10% con volumi pari a 920 milioni di euro.

I titoli in evidenza oggi

Sul fronte delle banche, ieri sera a mercati chiusi sono arrivati i risultati 2023 di Bper, che arretra del 2,6% e interrompe la serie positiva di rialzi che durava da quattro sedute consecutive. Secondo Equita, sono "superiori alle attese del 6% con un dividendo di 0,30 euro inferiore ai 0,36 euro attesi".

Storna Banca Mps che arretra del 2% dopo il galoppo di ieri sulla scia dei risultati 2023 e il ritorno alla cedola con un ammontare che ha stupito il mercato. Giù anche Banco Bpm (-1,1%) in attesa dei risultati oggi a mercati chiusi.

Non riesce il recupero di Intesa (-0,67%) dopo il forte calo di ieri, mentre UniCredit sale dello 0,50%. Si tratta di due titoli che post risultati erano saliti molto.

Fuori dal paniere, Saras volatile a +0,15% dopo una fiammata di oltre il 5% in avvio di seduta su speculazioni M&A alimentate da indiscrezioni secondo cui Vitol potrebbe essere interessata a rilevare la quota della famiglia Moratti.

Bene Nexi in crescita del 2,3% con gli investitori che apprezzano il read across della rivale danese Adyen che sale del 20% dopo risultati 2023 sopra le attese.

Banca Mediolanum sale dell'1,5% su massimi da ottobre 2021 dopo i risultati dello scorso anno.

Denaro sul lusso in scia dei risultati della francese Kering, in crescita del 3% a Parigi dopo il dato delle vendite nette del quarto trimestre in linea con le attese e un outlook cauto sul 2024. Brunello Cucinelli sale del 2,3%, Ferragamo del 2,2%, mentre Tod's registra una crescita del 3% circa.

Sempre ben raccolta Stellantis in salita del 2,3%, mentre Ferrari perde l'1% circa su prese di beneficio dopo i ripetuti massimi storici toccati post risultati.

Infine, trascurata Tim che cede l'1,3% dopo che il cda ieri ha ritenuto non soddisfacente l'offerta del Mef per Sparkle e ha dato mandato all'AD Labriola per negoziare una diversa opzione.

(Giancarlo Navach, editing Sabina Suzzi, Francesca Piscioneri)