Annuncio pubblicitario
Italia Markets closed
  • FTSE MIB

    35.398,82
    -11,31 (-0,03%)
     
  • Dow Jones

    40.003,59
    +134,21 (+0,34%)
     
  • Nasdaq

    16.685,97
    -12,35 (-0,07%)
     
  • Nikkei 225

    38.787,38
    -132,88 (-0,34%)
     
  • Petrolio

    80,00
    +0,77 (+0,97%)
     
  • BTC-EUR

    61.567,36
    +1.276,00 (+2,12%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.369,64
    -4,20 (-0,31%)
     
  • Oro

    2.419,80
    +34,30 (+1,44%)
     
  • EUR/USD

    1,0872
    +0,0002 (+0,0217%)
     
  • S&P 500

    5.303,27
    +6,17 (+0,12%)
     
  • HANG SENG

    19.553,61
    +177,08 (+0,91%)
     
  • Euro Stoxx 50

    5.064,14
    -8,31 (-0,16%)
     
  • EUR/GBP

    0,8559
    -0,0016 (-0,19%)
     
  • EUR/CHF

    0,9880
    +0,0037 (+0,38%)
     
  • EUR/CAD

    1,4793
    -0,0001 (-0,01%)
     

Stellantis, ricavi trim1 in calo 12% sotto attese

Il logo di Stellantis all'ingresso dello stabilimento dell'azienda a Hordain

ROMA (Reuters) - Stellantis ha chiuso il primo trimestre con ricavi in calo del 12% a causa di minori volumi e un mix di prodotti e dinamiche di cambio sfavorevoli bilanciati da una politica dei prezzi "rigida".

Il Cfo, Natalie Knight, ha sottolineato che le spedizioni e i ricavi sono stati influenzati dalla transizione verso il nuovo portafoglio di prodotti del gruppo, basato su nuove piattaforme, e che Stellantis stava riducendo le scorte "per rafforzare il nostro forte pricing relativo in vista del lancio di prodotti nuovi o a metà ciclo quest'anno nelle regioni chiave".

I ricavi netti ammontano nel periodo a 41,7 miliardi di euro, al di sotto delle aspettative degli analisti che si attendevano 42,6 miliardi, secondo un sondaggio Reuters.

Le spedizioni a livello consolidato sono scese del 10% nel trimestre a 1,335 milioni di unità, sottolinea la società automobilistica.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Knight ha aggiunto che il gruppo è fiducioso che il piano di lancio di 25 nuovi modelli nel 2024, di cui 18 completamente elettrici (Ev), aiuterà Stellantis a migliorare la crescita e la redditività nella seconda metà dell'anno.

(Giulio Piovaccari, scritto da Giancarlo Navach, editing Stefano Bernabei)