Bollo auto 2013, la scadenza è il 31 gennaio. Come pagarlo

Giovedì 31 gennaio è il termine ultimo per il pagamento del bollo auto. Si tratta di una tassa legata al possesso del veicolo e non al suo effettivo utilizzo, dunque tutti i proprietari – anche quelli che lasciano l’autovettura ferma in garage – devono provvedere al pagamento. La scadenza del 31 gennaio è valida per tutti coloro che abbiano la propria scadenza a dicembre 2012 (il 31 gennaio è, di fatto, una proroga). Considerato che il bollo va pagato, in linea generale, entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza del bollo precedente, tutti coloro che abbiano immatricolato una nuova auto fra il 21 gennaio e il 31 gennaio possono beneficiare di un’ulteriore proroga sino al 28 febbraio 2013. Per chi paga oltre la data di scadenza vi sono more e interessi proporzionali ai giorni di ritardo.

Ma attenzione perché la scadenza del bollo varia a seconda della Regione di appartenenza, quindi è importante verificare l’effettivo termine ultimo su base locale.

L’entità del pagamento è determinata sia dalla potenza dell’autovettura (espressa in kilowatt) che dal proprio impatto ambientale (Euro 0, Euro 1, Euro 2 e così via), dati che si trovano sul libretto di circolazione. Nel sito internet dell’Agenzia dell’Entrate esiste un servizio gratuito che offre, agli automobilisti, la possibilità di calcolare l’ammontare del bollo auto inserendo i kilowatt o i cavalli fiscali della vettura o la targa, nonché di verificare i pagamenti effettuati se si è residenti nelle Marche, in Friuli, Sardegna, Sicilia e Valle D’Aosta. Con questa modalità è possibile conoscere anche la sanzione qualora si dovesse pagare oltre i termini di scadenza.

Sul sito dell’Aci è possibile effettuare il pagamento online ma solamente per alcune Regioni:  Abruzzo, Basilicata, Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Puglia, Toscana, Trentino-Alto Adige e Umbria. Si tratta di un servizio gratuito solamente per i soci Aci, per tutti gli altri vi è una commissione dell’1,2% del bollo più un fisso di 1,87 euro.

Anche i siti di alcune Regioni si sono attrezzati con il calcolatore e danno la possibilità di pagare il bollo online (applicando una commissione che varia a seconda della regione). Per quanto riguarda il pagamento “fisico” può essere effettuato nelle tabaccherie abilitate, negli uffici Aci e nelle agenzie di pratiche auto.