Italia Markets closed

Italia, con Croazia fanalino di coda in ricorso a fondi strutturali Ue in 2019

·1 minuto per la lettura
Una statua della Fontana di Nettuno a Napoli, davanti a una bandiera italiana
Una statua della Fontana di Nettuno a Napoli, davanti a una bandiera italiana

MILANO (Reuters) - L'Italia è il secondo peggior Paese europeo -- fa leggermente meglio solo della Croazia -- nell'utilizzo dei fondi strutturali europei, con una percentuale di spesa al 30,7% del totale delle risorse messe a disposizione nel 2019, secondo la relazione annuale della Corte dei Conti europea sul bilancio generale Ue.

La media europea è pari al 39,6% e il confronto della capacità di assorbimento dei fondi viene fatto con i dati del 2012.

I Paesi che spendono in misura maggiore i fondi sono Finlandia, Irlanda, Lussemburgo e Austria, con percentuali di utilizzo tra il 66% e il 56% e tutti in miglioramento rispetto al 2012.

La capacità di assorbimento dei fondi Ue per l'Italia risulta in calo rispetto al 2012 anche se la relazione non fornisce i dati di quell'anno.

Chiude la classifica la Croazia con una percentuale del 30%.

(Cristina Carlevaro, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)