Italia markets open in 4 hours 20 minutes
  • Dow Jones

    34.639,79
    +617,75 (+1,82%)
     
  • Nasdaq

    15.381,32
    +127,27 (+0,83%)
     
  • Nikkei 225

    27.692,34
    -61,03 (-0,22%)
     
  • EUR/USD

    1,1299
    -0,0006 (-0,06%)
     
  • BTC-EUR

    50.017,20
    +34,81 (+0,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.438,33
    -0,56 (-0,04%)
     
  • HANG SENG

    23.519,36
    -269,57 (-1,13%)
     
  • S&P 500

    4.577,10
    +64,06 (+1,42%)
     

Dazn elimina la doppia utenza. E sui social è tempesta di critiche: "Incentiva la pirateria"

·3 minuto per la lettura
Alcuni tweet comparsi dopo la notizia di Dazn (Photo: Twitter)
Alcuni tweet comparsi dopo la notizia di Dazn (Photo: Twitter)

È prima nelle tendenze di twitter con l’hashtag #Dazn. La notizia della piattaforma che trasmette eventi sportivi di eliminare la concurrency, ovvero la possibilità data a due utenti di avere l’accesso contemporaneo ai contenuti, ha fatto scatenare le tastiere di chi a quella piattaforma è abbonato, arrivando a più di tremila tweet a poche ore dalla notizia mentre c’è già chi invita a far comparire nei trend l’hashtag #nodazn

Proprio il Codacons, dopo la notizia pubblicata dal Sole24ore, ha presentato un esposto all’Autorità per le comunicazioni e a quella per la concorrenza “affinchè si accerti la correttezza dell’operato della società” scrive in una nota il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell’ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori. “Se da un lato è comprensibile l’esigenza di combattere la pirateria - recita ancora la nota - dall’altro è innegabile che modificare le regole del gioco dopo che gli utenti hanno accettato le condizioni proposte dalla società e siglato gli abbonamenti potrebbe configurare una violazione delle norme civilistiche e del Codice del Consumo, con una conseguente lesione dei diritti dei consumatori”. “Per tale motivo - conclude l’associazione - il Codacons annuncia un esposto ad Agcom e Antitrust affinchè aprano un’istruttoria sul caso”.

Un cambiamento, quello dello stop alla seconda utenza, che potrebbe avvenire già da metà dicembre. E non tardano ad arrivare le reazioni ironiche e sarcastiche degli utenti, prestate dai volti del simpatico Michael Scott di The Office, Luca Laurenti o addirittura Silvio Berlusconi

Il “pezzotto” di Dazn, così è stata definita dagli utenti sui social l’ultima mossa della piattaforma, stringe le maglie della Lega Serie A - Dazn è l’unica che detiene i diritti di trasmissione - e limita la libertà di chi, con un abbonamento di 29,99 euro mensili, poteva decidere se dividerlo o meno con qualcun altro.

Nel frattempo, sulle pagine social di Dazn tutto tace. Sono centinaia, però, le foto in cui è stata taggata su Instagram mentre su Facebook è pioggia di commenti sotto l’ultimo post pubblicato: “Spero vivamente che questa notizia sia falsa. Se così non fosse sarebbe l’ennesimo schiaffo in faccia a chi usufruisce legalmente di questo servizio. Ma la colpa non è vostra, è di chi vi ha consentito di avere il monopolio della serie A senza concorrenza alcuna” scrive un utente.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli