Italia markets close in 5 hours 53 minutes
  • FTSE MIB

    26.407,53
    +74,54 (+0,28%)
     
  • Dow Jones

    35.457,31
    +198,70 (+0,56%)
     
  • Nasdaq

    15.129,09
    +107,28 (+0,71%)
     
  • Nikkei 225

    29.255,55
    +40,03 (+0,14%)
     
  • Petrolio

    82,25
    -0,71 (-0,86%)
     
  • BTC-EUR

    55.036,14
    +1.118,32 (+2,07%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.482,16
    +18,80 (+1,28%)
     
  • Oro

    1.778,90
    +8,40 (+0,47%)
     
  • EUR/USD

    1,1627
    -0,0011 (-0,09%)
     
  • S&P 500

    4.519,63
    +33,17 (+0,74%)
     
  • HANG SENG

    26.136,02
    +348,81 (+1,35%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.162,08
    -4,75 (-0,11%)
     
  • EUR/GBP

    0,8438
    +0,0006 (+0,07%)
     
  • EUR/CHF

    1,0740
    +0,0008 (+0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,4361
    -0,0014 (-0,10%)
     

Google, legale respinge sanzione antitrust Ue: 'i consumatori non sono stupidi'

·2 minuto per la lettura
Il logo Google presso un ufficio del gruppo a Berlino

LUSSEMBURGO (Reuters) - Miliardi di utenti usano Google perché è il miglior servizio, non per via degli accordi stretti dall'azienda per essere competitiva.

Lo ha detto oggi l'avvocato di Google, alla fine di una settimana di testimonianze nell'appello del gigante tech Usa contro una sanzione antitrust da 4,3 miliardi di euro.

Nel 2018, la Commissione europea ha comminato a Google, controllata di Alphabet, una sanzione da 4,34 miliardi di euro per aver usato il sistema operativo per smartphone Android per fronteggiare i rivali e assicurarsi il dominio delle ricerche generali di internet dal 2011.

Il focus è sugli accordi che hanno richiesto ai produttori di smartphone di preinstallare l'app Google Search e il browser Chrome insieme a Google Play, in aggiunta ad accordi che bloccano alcune varianti di Android.

"Il motivo per cui ogni giorno miliardi di utenti scelgono Google come motore di ricerca non è per via di un abuso di dominio (del mercato). È perché è il migliore", ha detto l'avvocato Meredith Pickford durante un'udienza con il tribunale dell'Unione europea, la seconda più alta corte del blocco.

Secondo Pickford, gli accordi non rappresentano affatto degli strumenti anti-concorrenziali, ma piuttosto un modo per permettere a Google di restare competitiva.

"Si può comunque competere fortemente e competere in termini di merito. I consumatori non sono stupidi. Se Bing o un altro motore di ricerca fossero migliori di Google, gli utenti lo userebbero", ha detto, in riferimento al motore di ricerca sviluppato dalla rivale Microsoft Corp.

"Le società di successo non rimangono vincenti riposando sugli allori e senza competere", ha detto Pickford al Tribunale.

L'avvocato della Commissione europea, Nicholas Khan, ha detto che gli accordi dimostrano che Google si è assicurata di essere in vantaggio e ha richiesto ai giudici di confermare la decisione e la sanzione della Commissione.

"Google si è attribuita la corona d'alloro ancora prima dell'inizio della competizione", ha detto Khan. "La gravità delle pratiche giustifica interamente la sanzione imposta", ha aggiunto.

Non è ancora certo quando sarà emesso il verdetto sul caso.

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli