Italia markets close in 7 hours 9 minutes
  • FTSE MIB

    26.524,05
    -95,20 (-0,36%)
     
  • Dow Jones

    34.168,09
    -129,61 (-0,38%)
     
  • Nasdaq

    13.542,12
    +2,82 (+0,02%)
     
  • Nikkei 225

    26.170,30
    -841,03 (-3,11%)
     
  • Petrolio

    86,94
    -0,41 (-0,47%)
     
  • BTC-EUR

    32.533,27
    -1.385,89 (-4,09%)
     
  • CMC Crypto 200

    830,60
    -25,21 (-2,95%)
     
  • Oro

    1.813,90
    -15,80 (-0,86%)
     
  • EUR/USD

    1,1202
    -0,0043 (-0,38%)
     
  • S&P 500

    4.349,93
    -6,52 (-0,15%)
     
  • HANG SENG

    23.807,00
    -482,90 (-1,99%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.126,53
    -38,07 (-0,91%)
     
  • EUR/GBP

    0,8345
    -0,0003 (-0,03%)
     
  • EUR/CHF

    1,0377
    -0,0008 (-0,08%)
     
  • EUR/CAD

    1,4209
    -0,0023 (-0,17%)
     

Greggio sale oltre gli 82 dollari su attese tenuta domanda

·1 minuto per la lettura
Una pompa petrolifera Midland, in Texas

LONDRA (Reuters) - Il greggio è in rialzo oltre gli 82 dollari al barile, sostenuto da forniture limitate e dalle speranze che un aumento dei casi di coronavirus e la diffusione della variante Omicron non facciano deragliare la ripresa della domanda globale.

A causa della scarsa capacità registrata in alcuni Paesi l'incremento delle forniture da parte dell'Opec risulta inferiore a quanto previsto dal patto con gli alleati. [OPEC/O] Le principali economie stanno evitando di tornare a imporre lockdown, nonostante l'aumento dei casi di coronavirus.

Alle 10,50 i futures sul Brent avanzano di 1,27 dollari, o l' 1,6%, a 82,13 dollari al barile, dopo aver ceduto ieri fino all'1%. I futures sul greggio Usa (WTI) guadagnano 1,33 dollari, o l'1,7%, a 79,56 dollari al barile, dopo aver perso ieri lo 0,8%.

Anche un dollaro più debole ha contribuito a sostenere i prezzi, poiché in questo modo il greggio risulta più economico per i detentori di altre valute e tende a riflettere la propensione al rischio degli investitori.

Atteso in tarda serata il report a cura dell'American Petroleum Institute (Api) relativo alle riserve di petrolio negli Stati Uniti, che secondo le attese dovrebbe indicare un ulteriore calo delle scorte, pari a circa 2 milioni di barili. Si tratterebbe della settima settimana consecutiva di flessioni. [API/S]

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Roma Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli