Italia markets close in 2 hours 53 minutes
  • FTSE MIB

    25.963,26
    -408,66 (-1,55%)
     
  • Dow Jones

    34.022,04
    -461,68 (-1,34%)
     
  • Nasdaq

    15.254,05
    -283,64 (-1,83%)
     
  • Nikkei 225

    27.753,37
    -182,25 (-0,65%)
     
  • Petrolio

    65,47
    -0,10 (-0,15%)
     
  • BTC-EUR

    49.707,07
    -1.540,67 (-3,01%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.437,76
    -31,32 (-2,13%)
     
  • Oro

    1.776,10
    -8,20 (-0,46%)
     
  • EUR/USD

    1,1338
    +0,0015 (+0,14%)
     
  • S&P 500

    4.513,04
    -53,96 (-1,18%)
     
  • HANG SENG

    23.788,93
    +130,01 (+0,55%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.102,93
    -76,22 (-1,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8507
    -0,0015 (-0,18%)
     
  • EUR/CHF

    1,0416
    +0,0001 (+0,01%)
     
  • EUR/CAD

    1,4526
    +0,0029 (+0,20%)
     

Petrolio Greggio: Tentativo di Recupero nel Finale di Settimana

·2 minuto per la lettura

I prezzi del petrolio greggio quotato in dollari al Nymex stanno cercando di chiudere l’ultima seduta della settimana in recupero, dopo che per l’intera giornata non sono mai riusciti ad oltrepassare il livello di chiusura di ieri a 81.59. Prima dell’apertura di Wall Street le quotazioni erano giunte a perdere fino ad un -1.72%, ma a partire dai minimi pomeridiani di quota 79.78 è scattato un recupero del +1.80% spintosi fino a 81.22. Alle 16.44 CET il contratto future con scadenza a dicembre quota 80.94, in calo del -0.80% dalla chiusura di ieri.

Attesa una stabilizzazione dei prezzi nel 2022

Le quotazioni del petrolio dovrebbero stabilizzarsi vicino ai livelli attuali nei prossimi mesi, per poi diminuire progressivamente nel corso del prossimo anno, secondo le ultime previsioni della U.S. Energy Information Administration. L’EIA prevede che gli aumenti della produzione dell’OPEC+, delle società di scisto statunitensi e di altri produttori di petrolio, saranno sufficienti a compensare la crescita dei consumi (prevista in ulteriore rallentamento) contribuendo a ridurre i prezzi. Secondo quanto ha riferito oggi Reuters, si prevede che la produzione globale di greggio aumenterà di quasi 2,5 milioni di barili al giorno (bpd) tra dicembre 2021 e dicembre 2022, mentre l’aumento della domanda dovrebbe attestarsi a soli 0,9 milioni di barili al giorno. Di conseguenza si dovrebbe avere un sostanziale equilibrio tra produzione e consumo nel primo trimestre del 2022, con un surplus di 0.7 milioni di barili al giorno nel secondo trimestre, di 0.5 milioni nel terzo e di 0.9 milioni nel quarto. I saldi produzione-consumo previsti rientrano ben all’interno delle fasce stagionali storiche, facilmente assorbibili dal mercato, ed è improbabile che questo vada ad impattare sensibilmente sui prezzi.

Il Quadro Tecnico per il Petrolio Greggio

Su grafico intraday a scansione di 30 minuti possiamo localizzare i supporti principali fino a lunedì-martedì prossimi a 79.54/84 ed a 78.58/78.78. Entrambi i livelli costituiranno potenziali punti di ripartenza del rialzo in caso di nuovi arretramenti. Le proiezioni sono rialziste con obiettivo limitato per il momento alla resistenza/target di quota 83.40. Solo dopo il raggiungimento di tale livello potremo, previa aggiornamenti, appurare se ci siano fin da subito le condizioni per un ulteriore allungo fino a 85.77/96. Da un punto di vista del rapporto rischio/beneficio sarebbe preferibile seguire il mercato con posizioni long solo su nuovi arretramenti almeno a 80.45. Lo stop al quadro tecnico scatterebbe in caso di violazione del secondo supporto, meglio se confermata da almeno una chiusura su grafico a 30 minuti inferiore a 78.58.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico. È inoltre possibile seguire la nostra pagina Facebook per rimanere aggiornati sulle ultime notizie economiche e analisi tecniche.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli