Italia markets closed
  • Dow Jones

    34.991,27
    +198,60 (+0,57%)
     
  • Nasdaq

    14.886,01
    +105,48 (+0,71%)
     
  • Nikkei 225

    27.728,12
    +144,04 (+0,52%)
     
  • EUR/USD

    1,1848
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • BTC-EUR

    33.222,83
    -139,81 (-0,42%)
     
  • CMC Crypto 200

    980,29
    +4,39 (+0,45%)
     
  • HANG SENG

    26.204,69
    -221,86 (-0,84%)
     
  • S&P 500

    4.422,96
    +20,30 (+0,46%)
     

Previsioni Prezzo Petrolio e Gas Naturale: Wti Accorcia le Distanze con Brent, Continua il Rally

·3 minuto per la lettura

Il petrolio greggio Wti e Brent ha subito un altro netto rialzo nel corso della sessione di scambi di ieri, contestualmente all’inizio del meeting dell’OPEC+, con il Wti vicino ai 75 dollari e il Brent sopra i 75,5 dollari al barile.

Ancora rialzista anche il gas naturale, che dopo aver perso leggermente quota si è mosso nuovamente verso i 3,7 dollari.

Con l’ultimo rally di ieri, il petrolio greggio si è portato verso nuovi massimi relativi, con il Wti sempre più vicino al livello di 76,90 dollari al barile, coincidente con i massimi toccati nell’Ottobre del 2018.

Stamattina, alle ore 8:20, il prezzo del Wti è di 75,18 dollari al barile e il Brent si trova a 75,68 dollari. Il gas naturale è scambiato invece a 3,668 dollari.

Previsioni sul prezzo del petrolio greggio e del gas naturale

Per la chiusura settimanale odierna, sarà necessario prestare particolare attenzione a possibili fluttuazioni del prezzo legate, per il petrolio greggio, a eventuali notizie e indiscrezioni sulla scelta dell’OPEC+ di allentare i tagli all’offerta complessiva.

Precisamente, per il petrolio greggio Wti il trend resterà molto probabilmente positivo, con il tentativo di superare definitivamente la soglia di 75,3 dollari e accorciare ulteriormente le distanze con il Brent.

Per questa chiusura settimanale di oggi, sia Wti che Brent potranno cercare di mirare verso i 76 dollari al barile, un target intermedio prima del raggiungimento della resistenza principale di breve periodo fissata a 78 dollari.

Per il greggio texano e il greggio del Mare del Nord un calo sotto il livello di 73,5 dollari potrebbe indicare però l’inizio di un ritracciamento che, nel caso del Wti, potrebbe estendersi qualora venisse superato anche il principale supporto a 71,5 dollari, fin sotto il livello di 70 dollari al barile.

Una chiusura settimanale sotto questi valori potrebbe aprire la strada, la settimana prossima, a una prima correzione del prezzo per un paio di giorni.

Passando invece al gas naturale, dopo gli inventari aggiornati i prezzi si sono consolidati a causa di un lieve incremento delle scorte in linea con le attese, secondo l’EIA statunitense.

Per il gas naturale, dal prezzo annuale sarà possibile partire per raggiungere il primo livello di resistenza già sfiorato a 3,7 dollari e poi mirare al target finale di 4 dollari al barile.

Il supporto è individuato intorno alla media mobile a 10 giorni, fissa a 3,44 dollari, ma un’altra fascia può trovarsi a 3,5 dollari.

Un consolidamento sarebbe invece possibile intorno ai 3,650 dollari per la giornata di oggi, in attesa di altri stimoli dal mercato.

Il Calendario Economico della Settimana

Oggi la settimana volge al termine con i dati sull’occupazione negli USA, incluso il salario orario medio e il tasso di disoccupazione, e il saldo aggiornato della bilancia commerciale.

Invece, nel pomeriggio si terrà il discorso della Presidente della BCE, Christine Lagarde.

Per uno sguardo a tutti gli eventi economici di oggi, controlla il nostro calendario economico.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli