Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.970,73
    +112,53 (+0,49%)
     
  • Dow Jones

    33.761,05
    +424,35 (+1,27%)
     
  • Nasdaq

    13.047,19
    +267,29 (+2,09%)
     
  • Nikkei 225

    28.871,78
    +324,80 (+1,14%)
     
  • Petrolio

    87,82
    -4,27 (-4,64%)
     
  • BTC-EUR

    23.795,41
    -534,05 (-2,20%)
     
  • CMC Crypto 200

    575,36
    +4,08 (+0,71%)
     
  • Oro

    1.792,90
    -22,60 (-1,24%)
     
  • EUR/USD

    1,0203
    -0,0054 (-0,53%)
     
  • S&P 500

    4.280,15
    +72,88 (+1,73%)
     
  • HANG SENG

    20.040,86
    -134,76 (-0,67%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.781,18
    +4,37 (+0,12%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    -0,0019 (-0,23%)
     
  • EUR/CHF

    0,9644
    -0,0011 (-0,11%)
     
  • EUR/CAD

    1,3157
    +0,0055 (+0,42%)
     

5 modi per prepararti ad una Recessione

Si verificherà o non si verificherà una recessione economica globale? Mentre gli economisti dibattono e provano a “pronosticare” più che a fare scienza economica – in molti non hanno capito nulla di quanto stava accadendo sotto i loro occhi –, noi proviamo a fornire 5 modi per prepararti ad una recessione: giusto come “bunker” dove proteggere il capitale.

Ma cos’è la recessione? Cosa vuol dire questo termine in economia? Prima di scoprire i 5 modi per prepararti ad una recessione, leggiamo in breve una definizione di recessione.

Quando è recessione e cosa significa

La recessione in economia è un periodo di tempo non inferiore ai 6 mesi, in cui l’attività economica di un paese o area economica si riduce. Cala il reddito reale medio delle persone, l’occupazione diminuisce e la disoccupazione aumenta.

La recessione è una fase del ciclo economico, al cui termine si verifica una ripresa e una fase di espansione economica che può durare per più anni, fino alla comparsa di una nuova fase recessiva che conclude il ciclo economico.

Se per dichiarare recessione generalmente servono 6 mesi, non esiste un tempo massimo di durata. Possiamo dire che le strategie di politica monetaria messe in campo dalle banche centrali e di politica economica messe in campo dai governi, possono aiutare l’economia a reagire in tempi relativamente brevi.

Tuttavia, una recessione può durare anche per più tempo e a quel punto si parla di stagnazione. Come una malattia, la recessione può aggravarsi ulteriormente per degenerare in depressione. Durante un periodo depressivo l’economia è come in coma, incapace di reagire.

Cosa succede ai mercati azionari quando arriva la Recessione

Almeno da gennaio 2022 assistiamo a continue correzioni dei mercati azionari, con titoli che da inizio anno hanno messo a segno perdite a doppia cifra.

Generalmente, quando un indice azionario importante come il FTSE MIB o lo S&P 500 negli USA perdono oltre il 20% dal loro massimo recente, si dice che il mercato è in una fase di correzione.

La correzione è in atto da mesi, ed è un primo segnale che preannuncia una potenziale recessione: si diffonde il timore che possa verificarsi.

Alcune aziende quotate in Borsa e non, negli ultimi tempi hanno annunciato riduzione di personale, o lo stop a nuove assunzioni. Lo hanno fatto Tesla, Coinbase, Twitter e anche società non quotate come Klarna nel settore del fintech.

Correzioni dell’azionario e licenziamenti o stop alle assunzioni, sono segnali che indicano una recessione in arrivo o quantomeno un forte rallentamento delle aspettative di crescita.

5 modi per prepararti ad una Recessione

Quali sono allora i 5 modi per prepararti ad una recessione, permettendo al tuo portafoglio finanziario di sopravvivere alla necessità personale di vendere i titoli?

Ecco i 5 consigli.

Il tuo piano finanziario è aggiornato?

L’inflazione galoppante era prevedibile. Che i mercati stavano entrando in una fase difficile anche.

Quando affermiamo che il tuo piano finanziario dovrebbe essere sempre aggiornato, significa che dovresti restare al passo con le notizie di economia e finanza.

A proposito di inflazione, Paul Tudor, fondatore del Tudor Investment Corp, già a maggio del 2020 aveva avvertito che l’immissione di così grandi quantità di valuta nel sistema (quantitative easing) avrebbe generato molta inflazione. Anche Stanley Druckenmiller aveva previsto l’arrivo dell’inflazione nel novembre 2020.

Qualsiasi sia il tuo obiettivo, se hai dei soldi investiti devi aggiornarti sull’andamento dell’economia. E poi è importante avere le idee chiare sugli obiettivi ovviamente:

  • Per cosa stai investendo? Un obiettivo a breve termine come l’acquisto di una casa, o a lungo termine come la pensione?

  • Per quanto tempo hai pianificato di investire? Un anno o due, oppure il tuo orizzonte temporale è più lungo (5 anni, 10 anni)?

  • In cosa stai investendo? Sei concentrato su alcuni titoli o sei adeguatamente diversificato?

  • Cosa farai se il mercato azionario scende del 10%, 20% o 30%? Comprerai, venderai o resterai in portafoglio?

  • Avrai bisogno del denaro investito nel breve periodo? Quanto deve essere isolato dalla volatilità del mercato il tuo investimento?

A te le risposte.

Rivedi il tuo budget personale o familiare

Questo consiglio non ti appaia come una invasione di campo nelle tue finanze personali. La revisione del budget personale, o familiare se hai una famiglia, è importante anche in funzione degli investimenti.

In molti casi, infatti, investiamo per garantire un futuro migliore alla nostra famiglia o a noi stessi.

Prima che arrivi una recessione è quindi importante domandarsi e mettere su carta quanti fondi ti servono mensilmente per pagare le spese di base (bollette, cibo, benzina per l’auto, tasse, ecc.). La somma rappresenterà il budget minimo di cui hai bisogno per sopravvivere.

Quindi devi ragionare per scenari e prevedere cosa potrebbe accadere se tu o tua moglie/marito (compagna/o, partner) doveste perdere il lavoro e diventare monoreddito.

Potrebbe essere utile prevedere in anticipo anche quali potranno essere le spese sacrificabili in caso di scenari particolarmente avversi: rinuncia ad un abbonamento; rinuncia all’acquisto di un bene.

Non vanno sottovalutati i prestiti in corso, che sono debiti. Anche il mutuo è un debito.

Perché serve pianificare il budget personale o familiare? Perché se non lo fai e si dovessero manifestare gli scenari tipici della recessione (perdita o riduzione del lavoro), i risparmi saranno i primi ad essere intaccati, e quando questi saranno finiti sarà la volta degli investimenti. Ma disinvestire durante una recessione potrebbe significare vendere dei titoli azionari in perdita.

Pianificare le finanze uguale scialuppa di salvataggio più grande.

Fondo risparmio di emergenza

Dalla pianificazione del tuo budget deriva il terzo modo di tutelarti in caso di recessione. Una delle strategie che andrebbero messe in campo riguarda la costituzione di un fondo di risparmio di emergenza.

Il fondo di emergenza ha come finalità aiutarti ad affrontare i periodi difficili e dovrebbe servire per pagare le utenze domestiche e le altre spese contingenti per un certo numero di mesi (almeno 3, meglio 6).

Questi soldi non vanno investiti, ma devono trovarsi sul conto di risparmio o sul conto corrente: non intaccati.

Se non hai mai pensato alla costituzione di un fondo di risparmio di emergenza, questo potrebbe essere un buon momento per farlo.

Quanto bisognerebbe mettere da parte per costituire il fondo di emergenza? Dipende dalle tue spese indispensabili mensili. 25 euro al mese sono un punto di partenza (300 euro all’anno) e se parti in anticipo rispetto ad un ipotetico periodo di recessione, potrebbero bastare come salvagente (5 anni x 300 euro = 1.500 euro in 5 anni).

Elimina i debiti

I debiti dovrebbero essere ridotti al minimo e ripagati quando le entrate economiche sono abbondanti.

Se proprio devi ricorrere al prestito di denaro, fallo quando le entrate sono sufficienti a ripagare la rata. Durante i periodi di “magra”, meglio non farsi trovare con rate da pagare altrimenti rischi di dover intaccare gli investimenti vendendo in perdita.

Avere una rete di contatti, diversificare il lavoro

Avere una rete di contatti professionali aiuta nei momenti di recessione perché se si dovesse perdere il lavoro, può aumentare le possibilità di trovarne un altro in breve tempo.

Lavori secondari rispetto al primo, o la costruzione di una attività in proprio e parallela al primo lavoro, possono aiutare in momenti di recessione.

Oppure potresti cercare modi per ottenere un reddito passivo. In questo i titoli azionari del tuo portafoglio potrebbero esserti utili. Come? Se hai scelto titoli che staccano dividendo, potrai usare questi ultimi in situazioni di emergenza evitando di liquidare le azioni in perdita per colmare l’urgenza economica.

Concludendo

La recessione fa parte del ciclo economico. Ne abbiamo vissute almeno 3 negli ultimi 22 anni: 2001; 2009; 2020.

Farsi trovare pronti praticando i nostri 5 modi per prepararti ad una recessione, rappresentano un buon punto di partenza per costruirsi una scialuppa di salvataggio con tutti i comfort.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli