Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.535,51
    +603,14 (+1,95%)
     
  • Nasdaq

    13.588,83
    +396,48 (+3,01%)
     
  • Nikkei 225

    29.663,50
    +697,49 (+2,41%)
     
  • EUR/USD

    1,2053
    -0,0035 (-0,29%)
     
  • BTC-EUR

    40.477,96
    +2.641,86 (+6,98%)
     
  • CMC Crypto 200

    976,91
    +48,67 (+5,24%)
     
  • HANG SENG

    29.452,57
    +472,36 (+1,63%)
     
  • S&P 500

    3.901,82
    +90,67 (+2,38%)
     

Alerion in piano a 2023 investe 700 million con aumento capitale riservato da 300 million

·1 minuto per la lettura

MILANO (Reuters) - Il gruppo Alerion punta a diventare uno dei principali operatori nel settore delle fonti rinnovabili in Europa, con l'obiettivo di superare i 3 TWh di elettricità prodotta a fine piano nel 2023.

In un comunicato la società energetica sottolinea che gli investimenti sono previsti a circa 700 milioni nel triennio 2021-2023 e la posizione finanziaria netta a fine 2023 a circa 693 milioni.

L'Ebitda atteso è pari a circa 160 milioni di euro nel 2023, rispetto a 54 milioni del 2019 (oltre 30% di crescita media annua lungo il periodo di piano) e l'utile netto a circa 45 milioni, rispetto a 21,4 milioni del 2019 (oltre 20% di crescita media annua lungo il periodo di piano).

Quanto alla remunerazione degli azionisti, l'obiettivo è di un payout ratio fino al 50% dell'utile netto di competenza

del gruppo.

Il programma di investimenti previsti dal nuovo piano sarà parzialmente finanziato con i proventi di un'operazione di rafforzamento patrimoniale. La società prevede di realizzare entro l'anno un aumento di capitale per un importo massimo di 300 milioni, senza diritto di opzione, riservato a investitori istituzionali, da realizzarsi entro il 2021.

L'azienda spiega che "l'aumento di capitale consentirà ad Alerion di ampliare il proprio flottante e incrementare la liquidità del titolo".

Infine, relativamente al 2021, il gruppo stima un Ebitda consolidato pari a circa 108 milioni, in aumento rispetto ai 54

milioni registrati nel 2019, e un risultato netto pari a circa 30 milioni.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Cristina Carlevaro)