Italia Markets closed

Berlusconi contro Carfagna: "Forza Italia sovranista? Falso"

Berlusconi: "Forza Italia sovranista? Falso"

Silvio Berlusconi ha diffuso una nota sul ruolo di Forza Italia nel panorama politico attuale, dopo le polemiche di Mara Carfagna e l’avvicinamento di quest’ultima a Matteo Renzi con la proposta di un’ipotetica “Forza Italia Viva”.

LEGGI ANCHE: Carfagna chiama Renzi: "Forza Italia Viva"

Queste le parole di Berlusconi: "L'immagine di Forza Italia appiattita o subordinata ad una generica ‘destra sovranista’ è un radicale stravolgimento della realtà, irrispettoso della mia e della nostra storia, delle mie e delle nostre idee, di 25 anni di battaglie politiche coerenti".

LEGGI ANCHE: Sondaggi, chi vincerebbe se si votasse oggi

Poi ha aggiunto: "Far intendere che ci sia bisogno di un nuovo e diverso contenitore per i liberali e i moderati significa essere in malafede o ignorare la realtà. Sono l'unico tra i leader politici italiani ad avere difeso e a difendere ogni giorno i principi liberali".

VIDEO - Il saluto tra Salvini e Berlusconi

"Se l'obiettivo è costruire una vasta area liberale, cattolica, riformatrice, alternativa alla sinistra e determinante per la vittoria del centro-destra, non lo si ottiene certo con la frammentazione, che ha sempre determinato avventure politiche di cortissimo respiro". Lo dice in una nota Silvio Berlusconi che rilancia: "dobbiamo aggregare intorno a noi più vasti settori dell'opinione pubblica, vicini alle nostre idee ma oggi delusi, demotivati o addirittura disgustati dalla attuale politica italiana. E' quello che vogliamo fare con il progetto dell'Altra Italia, che vuole dare una rappresentanza politica alle tante persone serie, perbene, oneste, laboriose, che oggi non partecipano alla vita politica e neppure alle elezioni".

In merito al ruolo di Forza Italia nell’astensione al voto sulla commissione Segre, Berlusconi ha dichiarato di essere stato "l'unico, voglio sottolinearlo, di fronte alle paradossali ed insultanti insinuazioni persino su questo argomento, ad aver difeso sempre e comunque lo stato di Israele e le ragioni dell'ebraismo, cosa della quale mi e' stato dato pubblico riconoscimento sia dal Governo Israeliano che dalle piu' importanti associazioni ebraiche nel mondo".