Italia Markets closed

Bimbo dimenticato in auto, ecco l'app che avverte i genitori

Nido sicuro, è questo il nome dell'applicazione che , da gennaio, aiuta i giovani genitori della Toscana per prevenire le tragedie dei bimbi dimenticati in auto.

Come sottolineato dall'assessore regionale all'istruzione Cristina Grieco tutti gli asili nido della Toscana sono obbligati a dotarsi di un sistema per comunicare ai genitori le assenze non giustificate dei bambini tramite l'applicazione "Nido Sicuro" che, mandando una notifica, potrebbe far accendere un campanello d'allarme per evitare una possibile tragedia. Dopo l'ennesimo caso, registratosi giovedì a Catania dove un padre ha dimenticato il figlio di due anni in auto causandone la morte, si intensificano sempre di più le iniziative volte a prevenire drammi infantili.

"Mossi dal ripetesi di tragedie come questa la nostra Regione ha introdotto da gennaio l'obbligo per tutti gli asili nido di dotarsi di un sistema per comunicare ai genitori le assenze non giustificate", ha sottolineato Grieco. L'applicazione, distribuita in maniera gratuita in tutti i nidi pubblici e privati, può essere scaricata negli smartphone e nei tablet e il Consiglio Regionale ha finanziato l'acquisto di tablet che sono stati distribuiti nei nidi per permettere tale comunicazione.

Come funziona "Nido Sicuro"?

"Se cinque minuti dopo l'usuale orario di ingresso del bambino non viene inserita dal genitore l'informazione sulla presenza o sull'assenza del piccolo - aggiunge Grieco - parte automaticamente un allarme indirizzato ai recapiti di riferimento che si spegne solo dopo l'avvenuta risposta. Nido sicuro è una pratica di civiltà introdotta appunto dalla Regione, che costituisce un elemento di ulteriore qualità e sicurezza per i nostri asili e soprattutto per i genitori".