Italia markets closed
  • FTSE MIB

    26.489,18
    +211,61 (+0,81%)
     
  • Dow Jones

    35.294,76
    +382,20 (+1,09%)
     
  • Nasdaq

    14.897,34
    +73,91 (+0,50%)
     
  • Nikkei 225

    29.068,63
    +517,70 (+1,81%)
     
  • Petrolio

    82,66
    +1,35 (+1,66%)
     
  • BTC-EUR

    52.599,46
    -866,91 (-1,62%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.464,06
    +57,32 (+4,07%)
     
  • Oro

    1.768,10
    -29,80 (-1,66%)
     
  • EUR/USD

    1,1606
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.471,37
    +33,11 (+0,75%)
     
  • HANG SENG

    25.330,96
    +368,37 (+1,48%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.182,91
    +33,85 (+0,82%)
     
  • EUR/GBP

    0,8437
    -0,0041 (-0,49%)
     
  • EUR/CHF

    1,0701
    -0,0007 (-0,06%)
     
  • EUR/CAD

    1,4344
    +0,0001 (+0,01%)
     

Bitcoin Cash (BCH): Recupero in Corso ma Mancano Indizi di Inversione al Rialzo

·2 minuto per la lettura

Le quotazioni del Bitcoin Cash contro dollaro USA (BCH/USD) sono in risalita dai minimi settimanali toccati ieri a $ 496.92. Mentre scriviamo (ore 19.59 CET) la criptovaluta è scambiata a $ 550.00, con un incremento dai minimi pari quasi all’11%. Tale movimento si inserisce all’interno di un contesto ribassista che prosegue dal picco relativo del 6 settembre a $ 803.54, durante il quale BCH si è deprezzato complessivamente di un 38% prima di innescare il rimbalzo in atto. Da notare che, fra il 13 ed il 16 settembre, questo mercato aveva già effettuato un provvisorio recupero dell’11% circa, che tuttavia non si era rivelato sufficiente ad invertire al rialzo la tendenza ribassista ancora in vigore.

Probabili motivi tecnici dietro al recupero

In questa occasione la reazione dei prezzi è scattata subito dopo il raggiungimento dell’area compresa fra i due forti supporti di breve periodo disposti a $ 500/502 e $ 482/485, situati in corrispondenza del limite statistico di volatilità settimanale. In altre parole, se consideriamo l’oscillazione settimanale media evidenziata dalla crypto nel corso dell’ultimo anno e “trasliamo” sul grafico tale parametro, si possono tracciare livelli di supporto e resistenza posti in corrispondenza dei punti estremi dell’oscillazione media attesa. Questo significa che il recupero potrebbe essere stato stimolato più da ragioni tecniche che dalle cosiddette “whales”, le mani forti che investono nell’asset con orizzonte di medio/lungo periodo.

Spazio fino alle resistenze ma tendenza al ribasso

Per il momento non sono visibili indicazioni tecniche di imminente esaurimento del recupero, che pertanto ha le carte in regola per poter proseguire fino al test delle resistenze che mantengono attivo il trend ribassista pluri-settimanale. Tali resistenze sono situate a $ 575/580 e non prima di $ 646/654. Il posizionamento delle resistenze viene effettuato tenendo (ovviamente) conto dell’ampiezza dei movimenti medi del Bitcoin Cash; viene da sé che si tratta di livelli tecnici disposti sempre relativamente lontano dai valori attuali del mercato. Le resistenze costituiranno altrettanti potenziali punti di ripiegamento nel corso delle prossime 5-10 giornate, in un contesto orientato – probabilmente durante la prossima settimana – alla rottura dei supporti già menzionati di quota $ 500/502 e $ 482/485. Le proiezioni legittimano aspettative di affondo fino a $ 460/462 e 435/437, obiettivi virtualmente raggiungibili durante i primi giorni di ottobre. Lo scenario verrebbe annullato dal superamento di quota $ 654.

This article was originally posted on FX Empire

More From FXEMPIRE:

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli