Italia markets closed
  • Dow Jones

    31.837,59
    +575,69 (+1,84%)
     
  • Nasdaq

    11.509,23
    +154,61 (+1,36%)
     
  • Nikkei 225

    27.001,52
    +262,49 (+0,98%)
     
  • EUR/USD

    1,0693
    +0,0131 (+1,24%)
     
  • BTC-EUR

    27.396,80
    -834,96 (-2,96%)
     
  • CMC Crypto 200

    656,48
    -18,39 (-2,73%)
     
  • HANG SENG

    20.470,06
    -247,18 (-1,19%)
     
  • S&P 500

    3.967,36
    +66,00 (+1,69%)
     

Borsa Milano accelera in attesa dati Usa, brillano UniCredit, risparmio gestito, lusso

Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari estende i rialzi, in sintonia con il tonico andamento delle borse europee in un mercato che attende con ottimismo l'importante dato mensile sull'inflazione Usa per avere nuovi spunti sul percorso di rialzo dei tassi.

Secondo le previsioni, la crescita dei prezzi statunitensi dovrebbe registrare un rallentamento dopo avere toccato il picco.

Sempre sul fronte macro, gli investitori sembrano confortati anche dalle prospettive relative all'annunciata normalizzazione della politica monetaria della Bce, con le aspettative di rialzo sui tassi lievemente ridimensionate.

"In mattinata le borse cercano di anticipare i dati sull'inflazione america. C'è la speranza che si raffreddi", commenta un trader.

A Wall Street i futures sugli indici puntano ad un avvio positivo.

Singoli spunti sul listino milanese continuano ad arrivare anche dai risultati trimestrali.

Intorno alle 13,25 l'indice FTSE Mib guadagna il 2,1%

Tra i titoli in evidenza:

In una seduta di intensi acquisti su tutti i bancari europei, a Milano svetta UNICREDIT con un balzo di quasi il 10% dopo l'avvio della prima tranche del programma di buyback fino a 1,58 miliardi, annunciato in occasione della presentazione dei risultati del primo trimestre la scorsa settimana.

Un trader parla di un movimento corale di recupero di tutto il settore bancario dallo scoppio del conflitto in Ucraina, che coinvolge maggiormente UniCredit.

In fermento il settore del risparmio gestito mentre sulla stampa ritorna lo scenario che vede Mediobanca uscire da Generali in cambio di una grande operazione industriale nel wealth management. Tra gli asset manager che potrebbero essere coinvolti Banca Generali balza di oltre il 6%, Mediolanum del 4,2% e Azimut del 2,8%. "Gli investitori che hanno un'idea positiva sul settore del risparmio gestito cavalcano le ipotesi di M&A per aggiungere appeal speculativo al settore", commenta un trader

Scarsa la reazione di Generali e Mediobanca. Quest'ultima dopo la pubblicazione dei risultati trimestrali sopra le attese, migliora leggermente registrando un progresso dell'1,4%. L'AD Alberto Nagel, nel corso di un press briefing post risultati, ha detto che nessun dossier è aperto per operazioni nel wealth management.

Forte il lusso, spinto dalla corsa di Ferragamo che balza del 10% in un mercato colpito positivamente dall'ambizioso piano di rilancio annunciato ieri dal nuovo Ceo.

Moncler sale del 5,5%, Cucinelli del 3,7% e Tod's del 6,7% circa.

(Andrea Mandalà, editing Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli