Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.636,26
    +89,76 (+0,37%)
     
  • Dow Jones

    33.212,96
    +575,77 (+1,76%)
     
  • Nasdaq

    12.131,13
    +390,48 (+3,33%)
     
  • Nikkei 225

    26.781,68
    +176,84 (+0,66%)
     
  • Petrolio

    115,07
    +0,98 (+0,86%)
     
  • BTC-EUR

    26.747,29
    -534,81 (-1,96%)
     
  • CMC Crypto 200

    625,79
    -3,71 (-0,59%)
     
  • Oro

    1.857,30
    +3,40 (+0,18%)
     
  • EUR/USD

    1,0739
    +0,0006 (+0,05%)
     
  • S&P 500

    4.158,24
    +100,40 (+2,47%)
     
  • HANG SENG

    20.697,36
    +581,16 (+2,89%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.808,86
    +68,55 (+1,83%)
     
  • EUR/GBP

    0,8497
    -0,0014 (-0,16%)
     
  • EUR/CHF

    1,0271
    -0,0016 (-0,15%)
     
  • EUR/CAD

    1,3655
    -0,0046 (-0,33%)
     

Borsa Milano cede in mercato cauto che attende rialzo tassi Fed, giù banche e lusso

Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari è calo in avvio di seduta, in linea con le altre borse europee, in un mercato in cui vige grande cautela e che si muove soprattutto sull'onda dei risultati trimestrali.

Gli occhi del mercato sono puntati sulla riunione della Federal Reserve di stasera, con una decisione sui tassi attesa per le 20 ore italiane. Le previsioni sono tutte per un rialzo dei tassi di 50 punti base, che rappresenterebbe il maggior incremento dal 2000.

Per oggi si attende anche la presentazione del sesto pacchetto di sanzioni Ue contro il Cremlino che dovrebbe includere il bando del greggio russo e provvedimenti contro altre banche e i responsabili della disinformazione, mentre imperversa il conflitto in Ucraina.

Intorno alle 10,10 l'indice Ftse Mib perde lo 0,2%.

Tra i titoli in evidenza:

Bene il settore oil, con il greggio in rialzo e apparentemente impassibile rispetto ai timori di una riduzione della domanda per via di nuovi lockdown in Cina. Tenaris sale di 0,9%, Saipem dell'1% ed Eni guadagna 0,8%.

Invertono la rotta i bancari dopo una partenza positiva. Mediobanca cede 0,7%, Banco Bpm e Bper perdono oltre l'1%.

Contrastato il settore auto: Cnh Industrial -2,1%, Stellantis +0,4%, Iveco cede 1,1% circa e Brembo è in calo dell'1,4%.

In attesa dei risultati del primo trimestre che verranno resi noti nell'arco della giornata, Ferrari avanza dello 0,9% circa.

In calo anche il comparto del lusso, con la situazione che non sembra migliorare in Cina per via di una recrudescenza della pandemia. Le autorità hanno disposto a Pechino la chiusura di decine di stazioni della metropolitana con limitazioni anche ai bus per evitare un lockdown come quello di Shanghai. Moncler perde 1,5%, Cucinelli perde lo 0,8% circa e anche Salvatore Ferragamo (-2%) continua nel trend negativo che ha visto il titolo perdere fino al 7,3% nella seduta di ieri.

Safilo inverte la rotta e dopo una partenza positiva, cede 2,8%. Il gruppo ha comunicato nella serata di ieri i risultati del primo trimestre, che hanno mostrato un incremento delle vendite dell'8,4% a cambi costanti grazie anche ad un rimbalzo della domanda in Europa.

Edison, che quota le risparmio, crolla invece del 4% circa dopo i risultati del primo trimestre. La società ha detto di attendersi una performance industriale annuale vicina a quella del 2021, nonostante non abbia fornito una stima sull'Ebitda 2022.

(Federico Maccioni, editing Andrea Mandalà)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli