Italia markets closed
  • FTSE MIB

    24.718,81
    -12,08 (-0,05%)
     
  • Dow Jones

    34.347,03
    +152,97 (+0,45%)
     
  • Nasdaq

    11.226,36
    -58,96 (-0,52%)
     
  • Nikkei 225

    28.283,03
    -100,06 (-0,35%)
     
  • Petrolio

    76,28
    -1,66 (-2,13%)
     
  • BTC-EUR

    15.843,47
    -121,13 (-0,76%)
     
  • CMC Crypto 200

    386,97
    +4,32 (+1,13%)
     
  • Oro

    1.754,00
    +8,40 (+0,48%)
     
  • EUR/USD

    1,0405
    -0,0008 (-0,07%)
     
  • S&P 500

    4.026,12
    -1,14 (-0,03%)
     
  • HANG SENG

    17.573,58
    -87,32 (-0,49%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.962,41
    +0,42 (+0,01%)
     
  • EUR/GBP

    0,8595
    +0,0005 (+0,05%)
     
  • EUR/CHF

    0,9837
    +0,0023 (+0,23%)
     
  • EUR/CAD

    1,3906
    +0,0028 (+0,20%)
     

Borsa Milano fiacca con scambi ridotti in ponte Thanksgiving, bene le utility

Una donna davanti l'ingresso della Borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari gira in negativo nel pomeriggio tra mercati fiacchi in tutta Europa e negli Usa, dove si festeggia con orario ridotto il ponte del Thanksgiving dopo un giorno di chiusura.

Gli investitori, spiega un trader, preferiscono stare alla finestra o portare a casa i profitti in un contesto che resta incerto tra guerra in Ucraina, inflazione e la recrudescenza dei casi di Covid in Cina.

Intorno alle 17 il FTSE Mib scende dello 0,25%. Volumi ridotti pari a poco meno di 900 milioni di euro.

Tra i titoli in evidenza:

Le banche scendono in media dello 0,6%, con UNICREDIT in calo di 1,5% e INTESA SANPAOLO di 0,4%. Ritraccia (-1%) MONTE DEI PASCHI dopo una buona partenza in scia al miglioramento del rating da parte di Fitch. Oggi in un'intervista a Il Sole-24 Ore, Kerstin af Jochnick, membro del Consiglio di vigilanza dell’SSM-Bce, dice che la Bce non vieterà i dividendi ma invita le banche ad essere più caute. Il broker Bestinver scrive che "fra le banche che copriamo solo UniCredit e Mediobanca (+0,5%) pagano il 100% del loro Eps 'target' tramite dividendi in contanti o buyback. Quindi queste sono le due banche più a 'rischio' di una decisione per ridurre il payout".

Sale di appena lo 0,5% BANCA GENERALI, dopo il tonfo di ieri (-5,7%) a seguito delle indiscrezioni secondo cui GENERALI (-0,3%) avrebbe sospeso le trattative, mai confermate ufficialmente, per l'acquisizione della statunitense Guggenheim, che avrebbero potuto portare alla cessione della controllata nell'asset management a MEDIOBANCA per finanziare l'operazione. "Questo porta quindi a una diminuzione dell'appeal speculativo su Banca Generali che aveva sostenuto le valutazioni del titolo", sottolinea Equita nel daily.

Spunti positivi sub POSTE, UNIPOL. Bene ENI (+0,7%).

Toniche tra le utility A2A (+2%), con il management alle prese con il roadshow post presentazione dell'aggiornamento del piano industriale, eIREN (+3%). Il settore si avvantaggia delle attese che la nuova versione in manovra della tassa sugli extra profitti delle società energetiche non includa le utility.

Prosegue anche oggi il recupero dei titoli della galassia MFE con le azioni B in crescita del 3% e le A dell'1,4%.

(Claudia Cristoferi, editing Sabina Suzzi)