Italia markets open in 8 hours 59 minutes
  • Dow Jones

    31.438,26
    -62,42 (-0,20%)
     
  • Nasdaq

    11.524,55
    -83,07 (-0,72%)
     
  • Nikkei 225

    26.871,27
    +379,30 (+1,43%)
     
  • EUR/USD

    1,0588
    +0,0029 (+0,28%)
     
  • BTC-EUR

    19.662,89
    -673,63 (-3,31%)
     
  • CMC Crypto 200

    455,80
    -6,00 (-1,30%)
     
  • HANG SENG

    22.229,52
    +510,46 (+2,35%)
     
  • S&P 500

    3.900,11
    -11,63 (-0,30%)
     

Borsa Milano in rialzo ma vige cautela, bene auto e banche, tonica Bper

MILANO (Reuters) - Piazza Affari apre la seduta odierna in rialzo, in linea con le borse europee, con i titoli sostenuti dai rialzi del comparto auto e delle banche.

Permane tuttavia un clima di incertezza per via di nuovi segnali di una stretta all'inflazione e tensioni geopolitiche in Ucraina, dove le forze russe si sono avvicinate al centro di Sieverdonetsk, nel Donbass. [L6N2XO05C]

I dati di ieri sull'inflazione di maggio della zona euro, giunta a livelli record, hanno alimentato nuove scommesse su un intervento aggressivo della Bce: si attendono nuove indicazioni dagli interventi odierni della presidente Lagarde e dei consiglieri Panetta, Knot e Lane.

Intorno alle 09,50 l'indice FTSE Mib guadagna circa 0,3%.

Tra i titoli in evidenza:

Bene le banche: UniCredit sale di 0,7%, Intesa Sanpaolo e Banco Bpm avanzano di 0,8%. Tra tutte svetta Bper, che sale di oltre il 2% dopo aver firmato, insieme a Banco di Sardegna, un accordo strategico per la cessione a Nexi(-0,4%) delle attività di merchant acquiring e gestione Pos.[L8N2XO17F]

Bene anche il comparto auto: Stellantis avanza di 1,6%, Cnh Industrial guadagna 0,3% ed IVECO sale di 0,4%.

Piatto il comparto oil, nonostante il rialzo dei prezzi del greggio. Eni e Tenaris scambiano intorno alla parità, mentre SAIPEM cede 0,5% dopo una partenza positiva: il gruppo ha firmato un accordo vincolante con Kca Deutag per la vendita della totalità delle sue attività di drilling onshore a fronte di un corrispettivo in denaro di 550 milioni di dollari oltre a una partecipazione del 10% in KcaD dopo l'acquisizione.

Prosegue il trend negativo di Ferrari dopo i ribassi di ieri. Il titolo cede 1,3%, il maggior ribasso sul listino principale.

(Federico Maccioni, editing Francesca Piscioneri)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli