Annuncio pubblicitario
Italia markets closed
  • Dow Jones

    40.416,74
    +1,30 (+0,00%)
     
  • Nasdaq

    18.026,62
    +19,05 (+0,11%)
     
  • Nikkei 225

    39.594,39
    -4,61 (-0,01%)
     
  • EUR/USD

    1,0855
    -0,0038 (-0,35%)
     
  • Bitcoin EUR

    60.809,44
    -1.260,67 (-2,03%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.356,22
    -29,04 (-2,10%)
     
  • HANG SENG

    17.469,36
    -166,52 (-0,94%)
     
  • S&P 500

    5.566,61
    +2,20 (+0,04%)
     

Borsa Milano rimbalza, corrono Mps e Bper, spunti anche su Leonardo

Un uomo davanti alla borsa di Milano

MILANO (Reuters) - Piazza Affari parte in rialzo, recuperando le perdite di ieri, in un contesto più favorevole verso gli investimenti con propensione al rischio dopo le dichiarazioni del presidente della Fed, Jerome Powell, che secondo gli investitori cementano la prospettiva di un taglio del costo del denaro negli Usa.

Ulteriori spunti sulle prossime mosse Fed potrebbero arrivare in serata dalla diffusione delle minute del Fomc di giugno.

A sostenere il mood degli investitori anche un relativo restringimento dello spread sui titoli di Stato Francia/Germania, anche se la situazione politica di Parigi resta uno dei principali indicatori per il mercato a pochi giorni dal secondo turno delle elezioni.

Intorno alle 9,40 il Ftse Mib è in rialzo dell'1,15%. Oggi si attendono scambi rarefatti in vista della festività del 4 luglio negli Usa con chiusura dei mercati.

ANNUNCIO PUBBLICITARIO

Nel comparto bancario spunti su Mps, in salita del 4,2%. Ieri è scaduto il vincolo dei tre mesi di lock up da parte del Tesoro sulla quota del 26,7% detenuta a oggi. Denaro un po' su tutto il comparto con UniCredit a +1,2% e Intesa a +0,6%. Ben raccolta anche Bper in crescita del 3,5% circa dopo che Unipol (+1%) ha sottoscritto un contratto di equity swap sul 4,77% del capitale, salendo al 24,62% della banca emiliana.

Bene anche Leonardo in crescita del 2,2%. Secondo quanto riportato il quotidiano tedesco Handelsblatt, che cita fonti del settore, il governo italiano sta pianificando l'acquisto di carri armati Panther e di veicoli corazzati da combattimento Lynx dal gruppo tedesco Rheinmetall per circa 20 miliardi di euro in 15 anni.

Debole Eni (-0,2%). Morgan Stanley ha ripreso la copertura sul titolo con la raccomandazione di "Equal-weight", citando la valutazione attraente del titolo pur sottolineando maggiori rischi al ribasso rispetto al consensus 2024.

(Giancarlo Navach, editing Francesca Piscioneri)