Italia markets close in 4 hours 54 minutes
  • FTSE MIB

    21.354,46
    -479,04 (-2,19%)
     
  • Dow Jones

    31.029,31
    +82,32 (+0,27%)
     
  • Nasdaq

    11.177,89
    -3,65 (-0,03%)
     
  • Nikkei 225

    26.393,04
    -411,56 (-1,54%)
     
  • Petrolio

    109,57
    -0,21 (-0,19%)
     
  • BTC-EUR

    18.342,24
    -1.060,94 (-5,47%)
     
  • CMC Crypto 200

    408,89
    -30,78 (-7,00%)
     
  • Oro

    1.812,00
    -5,50 (-0,30%)
     
  • EUR/USD

    1,0416
    -0,0028 (-0,27%)
     
  • S&P 500

    3.818,83
    -2,72 (-0,07%)
     
  • HANG SENG

    21.859,79
    -137,10 (-0,62%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.436,35
    -77,97 (-2,22%)
     
  • EUR/GBP

    0,8587
    -0,0024 (-0,28%)
     
  • EUR/CHF

    0,9998
    +0,0033 (+0,34%)
     
  • EUR/CAD

    1,3451
    -0,0008 (-0,06%)
     

Borsa Milano rimbalza dopo crollo di ieri, brilla Fincantieri, ERG in calo

MILANO (Reuters) - Piazza Affari si muove in netto rialzo a fine mattina e tenta un rimbalzo, così come le altre borse europee, dopo il tracollo della seduta di ieri.

Gli indici globali sono tuttavia indirizzati verso il maggior calo settimanale dallo scoppio della pandemia a marzo 2020, zavorrati dalle decisioni delle banche centrali di intensificare ulteriormente la lotta all'inflazione e dai timori di rallentamento della crescita economica globale.

A riprova di tali incertezze, i dati resi noti in mattinata hanno confermato che il mese scorso l'inflazione nella zona euro è salita a un livello record dell'8,1%, più di quattro volte il target Bce.

Intorno alle 12,55 l'indice FTSE Mib avanza di 1,7%, leggermente meglio degli altri principali indici europei. Volumi elevati attorno a 1,2 miliardi di euro per via delle scadenze tecniche.

Anche i futures Usa sembrano indicare una partenza di Wall Street in territorio positivo.

Tra i titoli in evidenza:

Bene le banche, con l'indice di settore (+2,8%) che fa segnare una performance migliore del comparto europeo. Le due big Intesa Sanpaolo e Unicredit guadagnano rispettivamente il 3,3% e il 2,5%, mentre Banco Bpm segna +3,4% e Bper sale di 2,2%.

Dopo un partenza negativa si risolleva il settore oil&gas, sostenuto dal rialzo dei prezzi del greggio dovuto alla carenza di offerta e a ulteriori sanzioni imposte all'Iran: Tenaris sale di 0,8%, Eni di 0,3% e Saipem segna +1,3%.

Forti vendite invece su Erg, che dopo essere calata fino al 6,2% si attesta a -2,2%. Il titolo viene colpito da un classico "sell on news", dice un trader, dopo l'accordo di ieri sera tra la holding della famiglia Garrone e Ifm Investors, che rileverà una quota indiretta nella società italiana.

Trend positivo per l'automotive, con Stellantis che sale del 2,4% e Pirelli in grande spolvero con un +5,5%.

Bene anche Ferrari (+1,4%) dopo il capital market day di ieri. "Nonostante il sentiment negativo del mercato sul settore del lusso possa limitare la performance del titolo nel breve termine, vediamo il prezzo attuale come un invitante entry point" per un titolo che è comunque caratterizzato da elevata visibilità, da una crescita profittevole e di lungo termine e da solidi ritorni per gli investitori, scrive l'analista di Intesa Sanpaolo Monica Bosio.

Brilla Fincantieri, che sale di 6,6% dopo aver annunciato che costruirà per la Marina americana la terza fregata lanciamissili della classe 'Constellation', per un valore dell'opzione contrattuale pari a circa 536 milioni di dollari.

Strappo di Risanamento, miglior titolo a Piazza Affari con un balzo di 13,4% dopo aver sottoscritto con il Comune di Milano la convenzione urbanistica per la variante al progetto di Milano Santa Giulia, che segna l'inizio della fase attuativa e porterà al completamento della realizzazione del quartiere milanese.

(Federico Maccioni, editing Claudia Cristoferi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli