Italia markets closed
  • FTSE MIB

    22.965,63
    -127,47 (-0,55%)
     
  • Dow Jones

    31.496,30
    +572,16 (+1,85%)
     
  • Nasdaq

    12.920,15
    +196,68 (+1,55%)
     
  • Nikkei 225

    28.864,32
    -65,78 (-0,23%)
     
  • Petrolio

    66,28
    +2,45 (+3,84%)
     
  • BTC-EUR

    41.745,20
    +599,90 (+1,46%)
     
  • CMC Crypto 200

    982,93
    +39,75 (+4,21%)
     
  • Oro

    1.698,20
    -2,50 (-0,15%)
     
  • EUR/USD

    1,1916
    -0,0063 (-0,52%)
     
  • S&P 500

    3.841,94
    +73,47 (+1,95%)
     
  • HANG SENG

    29.098,29
    -138,51 (-0,47%)
     
  • Euro Stoxx 50

    3.669,54
    -35,31 (-0,95%)
     
  • EUR/GBP

    0,8612
    -0,0004 (-0,05%)
     
  • EUR/CHF

    1,1085
    -0,0036 (-0,32%)
     
  • EUR/CAD

    1,5068
    -0,0094 (-0,62%)
     

Borsa Milano tenta rimbalzo, bene Stm, Diasorin e Tim, giù Autogrill

·2 minuto per la lettura
L'edificio della Borsa di Milano

MILANO, 25 gennaio (Reuters) - Piazza Affari si muove in territorio positivo in un tentativo di rimbalzo dopo il pesante calo di venerdì scorso, nella prima seduta di una settimana che si annuncia cruciale per l'evolversi della crisi di governo. Secondo i quotidiani lo scenario più probabile è quello di dimissioni di Giuseppe Conte forse già domani, con il tentativo di dar vita a un nuovo esecutivo guidato dallo stesso presidente del consiglio ma con una base allargata ai centristi, senza escludere un appoggio di Italia Viva.

Sul fronte dei mercati globali, nuovi record storici in Asia che, nonostante i timori per la crescita dei casi di infezione da Covid 19 e i ritardi nelle forniture dei vaccini, si avvantaggia dell'ottimismo per il pacchetto di stimoli fiscali negli Stati Uniti. E anche i futures sulla borsa Usa sono tutti positivi facendo presagire un'altra seduta al rialzo a Wall Street, in particolare per il Nasdaq che ha chiuso la settimana scorsa con una crescita del 4%.

Lo spread del rendimento fra titoli decennali italianie tedeschi stringe leggermente intorno a 127 punti base.

"Al momento il tema della crisi di governo impatta poco", osserva un trader.

Tra i titoli in evidenza:

Bancari lievemente deboli, con le big Intesa Sanpaolo e Unicredit, partite positive, che hanno poi ripiegato.

Sugli scudi Stm, migliore titolo fra le blue chip con un balzo che supera il 3% in vista dei risultati 2020 il prossimo 27 gennaio in un contesto molto favorevole per il settore high tech, con il Nasdaq su ripetuti massimi storici. Secondo un trader a spingere le azioni del semiconduttore franco-italiano, le indiscrezioni del quotidiano nipponico Nikkei, "secondo cui Stm e Nxp semiconductor avrebbero intenzione di alzare i prezzi forse perché hanno più richiesta".

Non riesce a risollevarsi Autogrill (-2,8%) a seguito dell'annuncio la scorsa settimana di un aumento di capitale fino a 600 milioni di euro che causerà un effetto fortemente diluitivo visto che l'ammontare della ricapitalizzazione è pari alla metà del valore di Borsa. Pesano anche le nuove restrizioni in atto per contenere la pandemia. Nelle ultime tre sedute il titolo ha lasciato sul terreno il 20% del suo valore.

Nel lusso continuo saliscendi per Tod's che, dopo il balzo di venerdì, oggi cede l'1,6%.

Prosegue la fase rialzista di Diasorin in salita del 2,1%. Il balzo dei corsi della società di diagnostica ha coinciso con i problemi emersi nella campagna di vaccinazione anti Covid dopo i ritardi nelle consegne del siero da parte di Pfizer.

Infine, ben raccolta Tim in rialzo dell'1,5%.

(Giancarlo Navach, in redazione a Milano Sabina Suzzi)