Italia markets close in 54 minutes
  • FTSE MIB

    25.639,88
    +286,52 (+1,13%)
     
  • Dow Jones

    34.275,31
    +355,47 (+1,05%)
     
  • Nasdaq

    14.856,98
    +110,58 (+0,75%)
     
  • Nikkei 225

    29.639,40
    -200,31 (-0,67%)
     
  • Petrolio

    71,86
    +1,37 (+1,94%)
     
  • BTC-EUR

    36.213,81
    -429,52 (-1,17%)
     
  • CMC Crypto 200

    1.059,99
    +19,51 (+1,87%)
     
  • Oro

    1.776,80
    -1,40 (-0,08%)
     
  • EUR/USD

    1,1743
    +0,0012 (+0,11%)
     
  • S&P 500

    4.393,13
    +38,94 (+0,89%)
     
  • HANG SENG

    24.221,54
    +122,40 (+0,51%)
     
  • Euro Stoxx 50

    4.144,03
    +46,52 (+1,14%)
     
  • EUR/GBP

    0,8601
    +0,0022 (+0,26%)
     
  • EUR/CHF

    1,0819
    -0,0011 (-0,10%)
     
  • EUR/CAD

    1,4977
    -0,0047 (-0,31%)
     

Borsa Shanghai, terza settimana in calo su tensioni con Occidente, timori valutazioni

·1 minuto per la lettura
Un uomo cammina presso la Borsa di Shanghai

SHANGHAI (Reuters) - L'azionario cinese ha chiuso invariato, mentre per quanto riguarda l'intera settimana ha registrato la terza flessione consecutiva sui timori relativi a eccessive valutazioni e alle tensioni con l'Occidente.

L'indice delle blue-chip CSI300 ha chiuso intorno alla parità a 5.102,47, così come l'indice Shanghai Composite, invariato a 3.525,10.

Per quanto riguarda l'intera settimana il CSI300 è crollato del 2,3% e il SSEC ha perso l'1,8%, archiviando in entrambi i casi la terza settimana consecutiva di perdite.

I titoli legati ai veicoli di nuova energia hanno registrato un balzo, con l'indice dei veicoli di nuova energia del CSI che è avanzato del 4,6%, grazie a previsioni di vendita molto positive.

Secondo analisti e trader le eccessive valutazioni di alcuni settori in forte crescita, tra cui il comparto di nuova energia, i titoli healthcare e le aziende legati ai consumi, sono diventati una fonte importante di timori per gli investitori, vista la mancanza di una spinta al rialzo.

A pesare sul dato settimanale anche le tensioni tra Pechino e l'Occidente.

La Cina ha condannato lunedì un comunicato congiunto dei leader del gruppo dei sette Paesi maggiormente industrializzati al mondo, che ha criticato Pechino in merito a una serie di questioni, definendolo una evidente interferenza negli affari interni del Paese.

In controtendenza i titoli tech, che hanno brillato durante tutta la settimana sui segnali di maggiori politiche si sostegno da parte di Pechino.

L'indice tech di Shanghai STAR50 ha chiuso a +1,4% sulla scia dello STAR Market, archiviando così la sesta settimana consecutiva in rialzo.

L'indice Hang Seng di Hong Kong ha chiuso in rialzo dello 0,9%, a 28.801,27 punti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli